Monza-Juve, Di Gregorio para il rigore a Vlahovic: “L’avevo studiato”

Il portiere ha spiegato ai microfoni di Dazn il modo in cui è riuscito a intuire la direzione del tiro dal dischetto del serbo. Palladino soddisfatto a metà: “Avremmo meritato il pareggio”

Non meritava, almeno lui, di prendere il gol un attimo dopo aver murato Vlahovic dagli undici metri, negandogli la gioia anche sul tap-in successivo. E invece è arrivato il colpo di testa immediato di Rabiot (il timbro dello 0-1). Michele Di Gregorio protagonista di Monza-Juventus nonostante la sconfitta rimediata all’ultimo minuto a causa di una distrazione imperdonabile, che ha permesso a Gatti di decidere l’anticipo del venerdì sera della 14esima giornata di campionato.

Di Gregorio Vlahovic
Di Gregorio ha respinto un rigore di Vlahovic durante Monza-Juventus (Ansa Foto) – Notizie.com

Il portiere classe 1997 si è esaltato contro l’attaccante al 12′: ha intuito la direzione del suo tiro, poi ha trovato la forza per rialzarsi subito e mettere il guantone sul tentativo successivo del serbo: “Sì, l’ho studiato. Con lo staff guardiamo sempre 4-5 giocatori che possono calciare in partita, ne parliamo un po’ coi preparatori, facciamo delle valutazioni“, ha spiegato Di Gregorio. “Poi, quando arriva il momento, ci facciamo anche guidare dalle sensazioni. Avevo già deciso di tuffarmi lì e andare sull’apertura della sua conclusione. La respinta è finita un po’ centrale, sono stato fortunato che Vlahovic non ha calciato troppo bene subito dopo e ci sono arrivato con una bella spinta sulle gambe”.

La partita è scivolata dalle mani in extremis: “Non siamo contenti, eravamo riusciti a pareggiarla”, ha concluso il numero uno del Monza. “Prendere gol all’ultimo non è mai bello, l’umore quindi non è dei migliori. Analizzeremo la partita, vedremo gli errori per correggerli e ripartire. Questa Juventus è diversa rispetto a quella dell’anno scorso, ha più certezze con la palla e pure in fase di non possesso. Si chiude bene. È difficile farle gol, nel secondo tempo comunque abbiamo espresso meglio il nostro gioco”. 

Palladino: “Fa piacere si parli di me, ma la concentrazione è sul Monza”

Raffaele Palladino
Raffaele Palladino sta facendo un lavoro straordinario a Monza (Ansa Foto) – Notizie.com

Palladino ha espresso soddisfazione nonostante il risultato: “Ho visto una grande prestazione del Monza, il secondo gol loro è stato anche fortunato. Peccato perchè sono orgoglioso dei ragazzi, era una prova di grande maturità, abbiamo messo in campo cuore, anima, qualità fisiche e tecniche. A mio avviso meritavamo il pareggio”.

La beffa è arrivata nel finale: “Era quasi fatta, ma siamo stati leggeri a perdere un duello e la Juve ci ha castigato. Quando affrontiamo le grandi squadre vedo nei ragazzi una grande voglia di giocarsela con tutti, con i nostri principi di gioco senza snaturarci. Sappiamo che questo dicembre affronteremo grandi squadre, ma per noi una partita vale l’altra. L’interesse generale nei miei confronti? Mi fa piacere, però sono totalmente concentrato sul lavoro con il Monza”. 

Impostazioni privacy