Real Madrid, Endrick perde la pazienza: pugno all’avversario – VIDEO

La futura stella delle Merengues questa volta fa parlare di sé in modo negativo: l’arbitro non l’ha nemmeno espulso

Continua a far parlare di sé il talento brasiliano del Palmeiras Endrick, anche se questa volta in modo negativo. Nell’ultima partita giocata dalla sua squadra, infatti, è stato protagonista di un gesto molto poco sportivo, che subito ha fatto il giro del web tra critiche e accuse contro di lui. In trasferta contro il Fortaleza, nella 35a giornata del Brasileirao, la partita è terminata sul risultato di 2-2 grazie ai gol di Thiago Galhardo e Calebe, per i padroni di casa, e di Raphael Veiga e Zé Rafael per gli ospiti. I biancoverdi dal 60′ sono finiti in 10 per l’espulsione del difensore paraguaiano Gustavo Gomez, ma in realtà sarebbero dovuti rimanere in 9.

Endrick colpisce un avversario
Endrick, al Real Madrid dalla prossima stagione (Ansa) – Notizie.com

È stato proprio Endrick infatti a rischiare il cartellino rosso. Il 17enne, che a luglio si unirà ufficialmente al Real Madrid, ha colpito duramente al costato con un pugno il suo avversario Titi al minuto 55 del match. Immediatamente i giocatori del Fortaleza si sono accorti di quanto accaduto e hanno chiesto l’espulsione del classe 2006, che però non è stato nemmeno ammonito dall’arbitro André Luiz Skettino Policarpo Bento. Neanche il VAR è intervenuto per far cambiare la decisione di campo al direttore di gara. L’attaccante brasiliano è stato successivamente sostituito all’80’.

Endrick, pugno all’avversario

Il commentatore arbitrale di ‘Globo’, Paulo César de Oliveira, si è espresso sull’episodio più chiacchierato della sfida, dichiarando che Endrick doveva essere punito con il cartellino rosso. Secondo l’analista brasiliano, infatti, il suo pugno a Titi non riguardava uno scontro per prendere il pallone. Si tratta, quindi, solamente di un comportamento violento e probabilmente volontario, un colpo che prende brutalmente il braccio e la schiena dell’avversario senza alcuna ‘buona’ motivazione. L’arbitro, perciò, ha sbagliato la sua valutazione, visto che si è concentrato solamente sulla traiettoria della palla. Come lui, ha sbagliato il VAR, che è stato poco attento nel non consigliare la revisione dell’episodio al direttore di gara.

Endrick perde la testa
Endrick colpisce un avversario con un pugno (Ansa) – Notizie.com

È scontato dire che l’espulsione di Endrick avrebbe potuto cambiare totalmente la partita, e il Palmeiras si sarebbe potuto trovare in grande difficoltà. L’attaccante classe 2006 tornava in campo dopo la sua prima convocazione con la nazionale maggiore del Brasile: non è stato un buon ritorno in patria per lui, visto che non è nemmeno riuscito a segnare.

 

Il futuro giocatore del Real Madrid, comunque, ha ancora tutta una carriera davanti: il tempo è dalla sua parte per imparare dagli errori e rendersi sempre più utile per la squadra.

Impostazioni privacy