Uccisa a coltellate davanti ai figli, poi si costituisce: altro femminicidio

Ennesimo femminicidio quello che arriva direttamente dal nostro Paese, un uomo ha ucciso la moglie davanti alle figlie: poi si costituisce ai carabinieri

Il numero dei femminicidi, in Italia, non cessa affatto a fermarsi. Nelle ultime ore, infatti, è arrivata un’altra drammatica notizia. Ci troviamo in Puglia, precisamente ad Andria, dove un uomo ha ucciso la moglie. Vittima una donna di 42 anni. Secondo quanto riportato da alcune fonti e media locali pare che abbia utilizzato un coltello e l’abbia colpita più volte. Il tutto sotto gli occhi dei figli, ancora sotto shock per quanto accaduto.

Femminicidio ad Andria
Carabinieri (Ansa Foto) Notizie.com

Il femminicidio si è verificato nell’abitazione dove la coppia viveva. Dopo averle tolto la vita il killer ha chiamato il 118 per confessare quello che aveva fatto. “Ho accoltellato mia moglie, venite“, queste sono state le parole dell’uomo al personale medico. Lo stesso che, una volta arrivato sul luogo del delitto, non ha potuto fare altro che constatare il decesso della vittima. Oltre al 118 sono arrivati subito i carabinieri che hanno avviato le prime indagini del caso.

Andria, uccide la moglie a coltellate: poi confessa l’omicidio

I militari dell’arma stanno cercando di capire il motivo che abbia spinto l’uomo a compiere questo orribile gesto. Come riportato in precedenza l’assassinio è stato visionato dai due figli della coppia, entrambi minorenni. Purtroppo non si tratta affatto del primo episodio di femminicidio che si verifica in questo martedì 28 novembre: nelle prime ore del mattino, infatti, un’altra donna ha perso la vita a Salsomaggiore Terme (provincia di Parma) dopo essere stata uccisa dal compagno a colpi di mazza da baseball.

Femminicidio ad Andria
Carabinieri (Ansa Foto) Notizie.com

Ad accorgersi che qualcosa non stesse andando per il verso giusto, ovvero dalle urla e dalle richieste di aiuto della vittima, è stata una carabiniera che in quel momento era fuori servizio. Purtroppo, però, per la donna non c’è stato nulla da fare visto che è stata colpita in più parti del corpo. A perdere la vita, in quel di Andria, una 41enne. La vittima si chiamava Vincenza A.. Secondo quanto riportato da alcune fonti locali pare che la coppia sì vivesse sotto lo stesso tetto, ma erano in regime di separazione da circa un mese.

A quanto pare l’omicida non ha mai accettato la fine del rapporto, fino ad arrivare a compiere questo orribile gesto. La donna è stata pugnalata in più di una occasione in casa. La coppia, specialmente nell’ultimo periodo, pare che litigasse spesso. Oltre ai carabinieri ed il personale dell’ambulanza, sul posto anche il medico legale.

 

Impostazioni privacy