Napoli, Stellone: “Posizione di Garcia è dura, ma è sulla strada giusta”

L’ex attaccante ha analizzato la situazione della squadra guidata dal tecnico francese che stasera affronta l’Union Berlino

Napoli, insieme a Torino, è la città in cui ha trascorso la maggior parte della sua carriera da calciatore professionista. Con la maglia azzurra Roberto Stellone è rimasto per quattro stagioni, giocando 102 partite e mettendo a segno 33 gol. A questa piazza è rimasto inevitabilmente legato e continua a seguirne ancora oggi gli sviluppi, come raccontato in esclusiva a Notizie.com: “Quello di oggi è un Napoli in ripresa. Quella di stasera contro l’Union Berlino è una partita che deve portare a casa, vincendo al Maradona per cercare di passare il turno in anticipo e stare più tranquilli anche per lavorare in campionato“.

Roberto Stellone, ex attaccante del Napoli
Roberto Stellone, ha giocato per quattro stagione a Napoli (Ansa) – Notizie.com

Sarebbe sicuramente importante per il lavoro di Rudi Garcia, un tecnico che si è ritrovato a fare i conti con un’eredità pesantissima: “Non è semplice. Quando un allenatore subentra all’inizio dell’anno, in una squadra che non ha fatto bene la stagione precedente, ha qualche vantaggio, quel qualcosa che ti lascia lavorare in maniera più tranquilla. Ma se subentri come accaduto al francese, raccogliendo il timone di un Napoli che l’anno scorso ha ammazzato il campionato, esprimendo il calcio migliore d’Europa, allora diventa molto complicato. Questo perché vengono fatti confronti, non solo sul risultato, ma anche nel gioco“.

Stellone in esclusiva a Notizie.com

Ciò non toglie però che, a giudizio di Stellone, Rudi Garcia abbia fatto bene ad accettare la panchina partenopea: “Non poteva certo rifiutare una piazza come Napoli, ma allo stesso tempo c’è la consapevolezza che sia difficile ripetersi. Lo sarebbe stato forse anche per Spalletti. Ma la squadra oggi è in ripresa, in questo momento sta ottenendo risultati e quindi è normale che l’allenatore ne stia approfittando per trapiantare alcuni sui concetti, diversi da quelli di Spalletti. Serve il tempo per assimilarli, ma secondo me sta facendo un buon percorso“.

Giacomo Raspadori, attaccante del Napoli
L’esultanza di Jack Raspadori (Ansa) – Notizie.com

Una strada che sta esaltando pure le caratteristiche di Jack Raspadori, che dopo l’infortunio di Osimhen sta trovando spazio nel ruolo di centravanti, probabilmente il più congeniale per lui: “Deve pensare a giocare bene come sta facendo, a prescindere da Osimhen. Poi, quando rientrerà il nigeriano, toccherà all’allenatore scegliere in base al modulo che vuole utilizzare o in base all’avversario. Raspadori può fare bene anche da esterno, ma pure lì c’è la concorrenza di big come Kvara o Politano. Non escludo che Garcia possa farlo giocare nel 4-2-3-1 come trequartista. In un modo o nell’altro, sono sicuro che comunque troverà il suo spazio“.

Impostazioni privacy