Picchiato e investito per rimprovero, possibile svolta nelle indagini

Picchiato ed investito per un rimprovero in strada, possibile svolta nelle indagini da parte delle forze dell’ordine: gli ultimi aggiornamenti 

Il tutto è accaduto domenica 24 settembre. Ci troviamo ad Anzio dove un ragazzo ha rimproverato il conducente di una vettura che stava percorrendo la strada in maniera troppo veloce. Superando, abbondantemente, il limite di velocità. Solamente che, coloro che si trovavano dentro l’auto, hanno ben pensato di picchiarlo e successivamente investirlo. Vittima un ragazzo di 19 anni. Da quel giorno in poi sono partite le indagini da parte della polizia. Proprio nelle ultime ore c’è da segnalare un importante aggiornamento.

Ci sono due arresti
19enne picchiato (Ansa Foto) Notizie.com

Secondo quanto riportato da alcune fonti e media locali pare che le forze dell’ordine locali abbiano fermato due ragazzi. Si tratta di due gemelli, di origine bosniaca, che avrebbero aggredito il giovane. Anche loro giovani (20 anni). Le accuse nei loro confronti sono inevitabilmente gravi visto che si parla di tentato omicidio. Ad incastrarli, oltre alle telecamere presenti nella zona, anche le testimonianze da parte delle persone presenti che hanno aiutato i poliziotti ad approfondire queste analisi.

Anzio, pestano e investono ragazzo dopo un rimprovero: arrestati due stranieri

Per gli agenti non ci sono assolutamente dubbi: sono loro gli autori di questo brutale pestaggio. Le forze dell’ordine si sono fatti aiutare dalla Procura. In quella sera sono state molte le persone che, in quel momento, si trovavano in strada ed hanno assistito alla scena. La vittima, in questo momento, si trova ancora ricoverata in ospedale in “codice rosso”. L’auto dei gemelli è di colore grigia. Non solo tentato omicidio, contro i bosniaci potrebbero scattare anche delle aggravanti.

Ci sono due arresti
Polizia (Ansa Foto) Notizie.com

Per quanto riguarda le condizioni del ragazzo, invece, sono in miglioramento e non è in pericolo di vita. Oltre ad aver riportato una serie di traumi al volto. Ricordiamo che, dopo il rimprovero del 19enne, i due sono scesi dall’auto ed hanno iniziato a prendere a calci e pugni la vittima. Dopo essere risaliti in auto hanno colpito la vittima alle gambe. Sul posto gli agenti hanno trovato anche un coltello, lo stesso che potrebbe appartenere ad uno dei due aggressori. Da quel momento è partita la caccia all’uomo.

Impostazioni privacy