Morte Napolitano, svelata data funerale e camera ardente al Senato

Morte Giorgio Napolitano, svelata la data del suo funerale ed anche da quando sarà aperta la camera ardente al Senato 

Il mondo della politica piange la scomparsa di Giorgio Napolitano. L’ex due volte presidente della Repubblica si è spento all’età di 98 anni in una clinica di Roma dove era attualmente ricoverato. Nel frattempo sono arrivate novità in merito a quando verranno celebrati i funerali. Il sottosegretario di Stato, Alfredo Mantovano, ha disposto che per Napolitano si celebrino le esequie di Stato. Allo stesso tempo il partito di Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia, hanno deciso di annullare tutte le iniziative della settimana.

Svelata data funerale
Giorgio Napolitano (Ansa Foto) Notizie.com

Una decisione che consente di evitare la convocazione di un consiglio dei ministri straordinario. Questo il comunicato ufficiale che è stato emanato negli ultimi minuti: “A seguito del decesso del Presidente emerito della Repubblica senatore di diritto e a vita Giorgio Napolitano si dispone, dal 22 settembre 2023 fino al giorno della celebrazione delle esequie di Stato, l’esposizione a mezz’asta delle bandiere nazionale ed europea sugli edifici pubblici dell’intero territorio nazionale e sulle sedi delle rappresentanze diplomatiche e consolari italiane all’estero. Il giorno delle celebrazioni delle esequie di Stato sarà dichiarato lutto nazionale“.

Morte Napolitano, svelata date funerale di Stato

La data dei funerali di stato del presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano è stata fissata per martedì 26 settembre. Una celebrazione, in forma laica, che si svolgerà alla Camera. Per quanto riguarda la camera ardente, invece, sarà allestita al Senato, probabilmente da domenica mattina. La conferma dovrebbe arrivare nelle prossime ore. La conferma è stata data al Tg2 da parte del presidente del Senato, Ignazio La Russa.

Svelata data funerale
Giorgio Napolitano (Ansa Foto) Notizie.com

Ne frattempo l’agenzia di stampa ‘Agi’ ci ha tenuto a ricordare che, in passato, alcuni presidenti emeriti non hanno avuto le esequie di Stato. Per il semplice motivo che le famiglie hanno preferito funerali privati ma il cerimoniale della Repubblica prevede esequie pubbliche. Il rito per Napolitano sarà molto probabilmente civile. Con un occhio al passato a Montecitorio hanno ricevuto l’ultimo saluto Pietro Ingrao e Nilde Iotti, ex presidenti della camera. Proprio come lo era stato lo stesso Napolitano. Ulteriori dettagli verranno forniti nelle prossime ore.

Impostazioni privacy