Meloni all’ONU, Magi: “Si dimostra sovranista, poi invoca governance sovranazionale” [VIDEO]

Riccardo Magi in esclusiva ai nostri microfoni sul tema migranti: “I Cpr non sono la risposta alle persone che si trovano a Lampedusa. Ecco perché”.

Giorgia Meloni si dimostra nazionalista e sovranista convinta anche davanti all’ONU poi sui problemi principali invoca governance sovranazionale. Bisogna decidere da che parte stare“. Riccardo Magi, in esclusiva ai nostri microfoni, commenta l’intervento della premier alle Nazioni Unite e spiega perché i Cpr non possano essere soluzione strutturale al flusso di migranti che continua ad arrivare senza soluzione di continuità, nel nostro Paese.

Magi esclusiva
Riccardo Magi in esclusiva ai nostri microfoni – Notizie.com – © Ansa

Lo stesso discorso vale per il Cpr? Non tutti i governatori sono d’accordo anche se FdI con Tommaso Foti dice che sono indispensabili. La questione è stata rimandata al ministero della Difesa.

Il discorso vale ancora di più per il Cpr. Tutti fanno finta di non sapere che allungando i termini della permanenza in questi centri non aumentano i numeri dei rimpatri. Quando è stata aumentata la detenzione anche fino ai 18 mesi non sono cresciuti i rimpatri, che vanno fatti nei primi 60 altrimenti non si fanno più. I Cpr non sono la risposta alle persone che sono a Lampedusa. Si tratta di richiedenti asilo che vanno nei Cara o in altri tipologie e, in base alla legge italiana, devono ricevere dei servizi“.

Magi: “Le risposte il premier non le sta dando”

Magi esclusiva
Il duro attacco di Magi alla destra – Notizie.com – © Ansa

Siamo di nuovo di fronte alla campagna elettorale con il tema migranti al centro.

Siamo nuovamente in campagna elettorale, ma questa volta abbiamo Giorgia Meloni che quando era all’opposizione dispensava soluzioni come se avesse in mano la ricetta per risolvere tutto, ora, invece, è al governo e qui la retorica sovranistica va in corto circuito. Perché le risposte non le stanno dando. Gli sbarchi stanno aumentando, il patto con la Tunisia non funziona e si dimostra che aver colpito il sistema di accoglienza italiano è una responsabilità grossa che i governi di destra si sono assunti”.

Intervista a cura della nostra inviata Luigia Luciani

Impostazioni privacy