Covid, situazione preoccupante nel Paese: contagi in ripresa

Covid, situazione di nuovo preoccupante nel Paese: contagi in netta ripresa. Iniziate subito le vaccinazioni per una categoria determinata di persone 

Negli ultimi giorni si è ritornati nuovamente a parlare del Covid. Un argomento che non è mai stato eliminato del tutto, ma solamente accantonato. Solamente che, nell’ultimo periodo, è tornato nuovamente a farsi sentire come non mai. Per via della sua variante Eris che, non preoccupa, ma allo stesso tempo si sta diffondendo sempre di più in tutto il mondo. In particolar modo in Italia dove, nell’ultima settimana appena trascorso, il numero delle persone che hanno contratto il virus è drasticamente aumentato.

In Gran Bretagna aumentano i contagi
Vaccino contro il Covid (Ansa Foto) Notizie.com

Non arrivano affatto, però, buone notizie direttamente dalla Gran Bretagna. Secondo quanto riportato da alcune fonti e media locali pare che i contagi del virus sono in netta ripresa. Moltissimi, infatti, sono coloro che si stanno sottoponendo al tampone e risultato positivi. Altrettanti sono coloro che mostrano tutti i sintomi del Covid. Nel frattempo, però, il governo britannico ha deciso di non perdere neanche un solo minuto in più e di passare all’azione.

Covid, in Gran Bretagna aumentano i contagi: vaccinazione per over 65

Come riportato in precedenza il governo ha dato il suo definitivo “ok” per aprire ad una nuova campagna di vaccinazioni. Tanto è vero che le autorità hanno deciso di rivolgere un appello a tutte le persone che hanno una età superiore ai 65 anni. Gli stessi a cui è stato chiesto di sottoporsi alla versione del vaccino aggiornato e tarato. Soprattutto per cercare di combattere le ultime varianti del virus (l’ultima in questione Eris).

In Gran Bretagna aumentano i contagi
Vaccino contro il Covid (Ansa Foto) Notizie.com

Il personale medico britannico invita tutta la popolazione alla prudente. Soprattutto per quanto riguarda la variante BA.2.86 che si sta andando a diffondere sempre di più. Gli ultimi dati parlano fin troppo chiaro: tanti è vero che si era parlato addirittura di un possibile ritorno all’uso della mascherina. Situazione simile quella che si sta vivendo anche in Germania ed in altri Paesi europei. In conclusione, però, ci hanno tenuto a sottolineare come la percentuale di ricoveri nei reparti di terapia intensiva sia comunque “bassa” rispetto ai mesi del “boom” della pandemia del 2020.

Impostazioni privacy