Terremoto Marocco, aumenta numero vittime: le testimonianze degli italiani

Terremoto Marocco, aumenta drasticamente il numero delle vittime: nel frattempo arrivano anche le testimonianze da parte di alcuni italiani che si trovano lì

Una terribile scossa di terremoto ha sconvolto il Marocco. Magnitudo 7 che ha colpito la regione di Marrakech. Purtroppo il bilancio delle vittime continua a salire sempre di più. Sono stati ritrovati altri cadaveri: il bilancio è di 820 morti. Secondo quanto riportato dalla Protezione civile locale non è assolutamente da escludere che questo numero possa aumentare con il passare delle ore.

600 coloro che sono rimasti feriti. La maggior parte di loro in gravissime condizioni. Si continua a scavare, anche a mani nude, con la speranza che possa essere trovato qualcun altro vivo.

Gli ultimi aggiornamenti
Terremoto Marrakech (Ansa Foto) Notizie.com

Proprio dalla regione marocchina è stato lanciato un appello urgente per quanto riguarda le donazioni di sangue. Ricordiamo che la scossa si è verificata poco dopo le 11 di ieri sera, venerdì 8 settembre (precisamente alle 23:11). L’epicentro è stato localizzato al centro del Paese, a 16 chilometri del villaggio Tata N’Yaaqoub.

Non si è fatta attendere la solidarietà da parte dell’Unione Europea che è pronta a scendere in campo e a fornire tutti gli aiuti necessari. Anche la premier, Giorgia Meloni, direttamente dall’India (dove è in corso il G20 a Nuova Delhi) fa sapere che ci sarà il sostegno del nostro Paese. Il ministero degli Esteri italiano, Antonio Tajani, ha precisato che ci sono 200 nostri connazionali nella zona colpita dal sisma. Non risultano feriti italiani.

Terremoto Marocco, le testimonianze degli italiani: “Ha iniziato a tremare tutto”

Nel frattempo arrivano anche alcune testimonianze da parte di italiani residenti in Marocco. Come Giancarlo Passaro, titolare del locale “La Bottega“: “Ha iniziato a tremare tutto. Abbiamo paura. La preoccupazione continua ad esserci. Mi trovavo nel ristorante che gestisco, fino a quando non ho visto i miei collaboratori e clienti correre in strada“. Mentre una famiglia italiana, donna, marito e figlio di 15 anni si trovano in un hotel sulle montagne dell’Atlante: “Siamo bloccati qui. Siamo preoccupati“.

Gli ultimi aggiornamenti
Terremoto Marrakech (Ansa Foto) Notizie.com

Continua l’incessante lavoro da parte della Farnesina che si sta mettendo in contatto con tutti gli italiani presenti. Anche se le linee telefoniche, in questo momento, stanno dando non pochi problemi visto che non funzionano. Si utilizzano i social network per comunicare con amici e parenti. Risulta impossibile telefonare. Alcuni quartieri, attorno a loro, sono crollati.

 

 

Impostazioni privacy