Terzo Polo, addio Calenda-Renzi definitivo? Arriva la conferma

In merito alla vicenda che vede come protagonista il Terzo Polo è arrivata la conferma in merito alla possibile rottura tra Carlo Calenda e Matteo Renzi: il tutto arriva grazie all’ex candidato sindaco della Capitale in una intervista 

C’è voluta l’ennesima conferma. L’ennesima intervista (questa volta rilasciata al quotidiano “La Repubblica“) per ribadire quello che già in molti sospettavano. Ovvero che le strade tra Matteo Renzi e Carlo Calenda si sono già separate da un bel po’ di tempo. La conferma arriva direttamente d quest’ultimo. Il leader di ‘Azione‘ fa sapere che è improbabile, attualmente, che i due partiti (Italia Viva, ndr) possano andare insieme, mano nella mano, in vista delle prossime elezioni europee del 2024. La conferma arriva proprio dall’ex candidato sindaco della Capitale.

Intervista al quotidiano "La Repubblica"
Carlo Calenda e Matteo Renzi (Ansa Foto) Notizie.com

La rottura tra i due è avvenuta quando il toscano avrebbe deciso di non dar vita ad un partito unico dei liberaldemocratici. Non solo: Calenda, infatti, ribadisce che l’ex premier avrebbe promesso che tutto ciò si verificasse. Ed invece nulla del genere. Tanto da negare una possibile fusione tra i due partiti in questione. Successivamente dopo è accaduto quello che in molti sospettavano. Anche se, allo stesso tempo, i gruppi in questione sono ancora unici. Ed in merito a ciò Calenda ha spiegato i motivi: “Sono formati sulla base di un simbolo che ha un nome dentro, e non posso essere certo io ad andarmene dal mio nome. Lo devono fare loro, se lo ritengono“.

Terzo Polo, Calenda conferma la rottura con Renzi: “Niente europee insieme”

In merito allo scioglimento, annunciato per la giornata di sabato da parte di Italia Viva, ha fatto sapere: “Ci sono tutta una serie di annunci caduti nel vuoto. Ma credo che a settembre se ne andranno. Abbiamo cercato di far convivere in Parlamento alcune linee politiche comuni, ma non è andata bene”.

Intervista al quotidiano "La Repubblica"
Carlo Calenda e Matteo Renzi (Ansa Foto) Notizie.com

Allo stesso tempo ha precisato: “Prendo atto della volontà di divorzio dichiarata da Renzi e aspetto che si materializzi. Spero solo che avvenga in modo decoroso”. In conclusione ha voluto smentire, una volta e per tutte, che qualche altro partito stia aiutando il suo per non andare a finire nel misto. Una ipotesi scartata dal capitolino che ha riposto in questo modo: “Non accadrà mai. Anche perché la scorsa legislatura l’abbiamo fatta con un deputato e un senatore“.

Impostazioni privacy