Inter, Fausto Pizzi: “Punto su Lautaro, ma prevedo uno scenario da infarto…”

L’ex centrocampista nerazzurro ha parlato in esclusiva a Notizie.com a poche ore dal derby Champions: “Si deciderà tutto nella gara di ritorno, Inzaghi si gioca il futuro”

“Inutile sbilanciarsi, è una partita impronosticabile”. Con uno scenario che sarebbe meglio evitare per la salute di tutti: “Può finire ai rigori… Lì ci sarebbero parecchi infarti”. Fausto Pizzi, cresciuto nel settore giovanile dell’Inter, nerazzurro poi dal 1990 al 1992, prova a leggere in anticipo il derby di Champions. L’ex centrocampista ha parlato in esclusiva a Notizie.com.

Fausto Pizzi
Fausto Pizzi ha parlato in esclusiva a Notizie.com (Ansa Foto) – Notizie.com

Fausto Pizzi, ci siamo quasi al derby di Champions.

“Una partita impronosticabile, l’Inter sicuramente ci arriva un po’ meglio. La vedo più in salute, a parte Skriniar ha tutti gli effettivi pronti e a disposizione”.

La qualificazione verrà indirizzata già stasera? 

“Per me no, prevedo una partita molto tattica, difficilmente una delle due squadre prenderà in mano la situazione fin dal primo round. Credo proprio che si deciderà tutto nella gara di ritorno”.

Come valuti la stagione dell’Inter?

“Difficile dare una spiegazione a quanto visto. Il campionato deludente ha un peso, però poi l’Inter ha vinto la Supercoppa, è in finale di Coppa Italia e in semifinale di Champions. È stata competitiva al massimo ovunque, tranne che in Serie A. Ora si deve alzare almeno un altro trofeo”.

Inter
Una foto del riscaldamento pre-Champions dell’Inter (Ansa Foto) – Notizie.com

Torniamo indietro nel tempo, all’estate scorsa: i tifosi dell’Inter avrebbero firmato per trovarsi in questa situazione a maggio?

“Firmato non lo so, noi italiani teniamo tantissimo al campionato. Dura 38 partite, è sempre difficile abbandonarlo come obiettivo. Quello è un rammarico, non si spiega il distacco dal Napoli, a febbraio l’Inter era già fuori dalla lotta Scudetto. Questo non può andare bene”.

Come si spiega la doppia versione dell’Inter?

“È una stagione particolare, forse ha influito il dover calibrare gli sforzi prima e dopo il Mondiale. L’Inter aveva la possibilità e la forza di fare meglio, è fuori da ogni dubbio. Certo, se vince la Champions nessuno si ricorderà più delle sconfitte in campionato…”.

Simone Inzaghi
Simone Inzaghi si gioca il futuro nel finale di stagione (Ansa Foto) – Notizie.com

Una valutazione sul lavoro di Simone Inzaghi?

“Ha preparato benissimo le gare secche, bisogna aspettare la fine per tirare le somme. L’anno scorso ha perso il campionato per gli episodi di Bologna, l’Inter era nettamente la più forte. Anche quest’anno per me era all’altezza del Napoli, invece arranca ancora per un posto in Champions. Vediamo che succede da qui in avanti, il finale diventa determinante anche per lui e per i giudizi sul suo conto”.

Chi può decidere la doppia sfida di Champions per Inter e Milan?

“Dico Lautaro e Tonali. Però penso che saranno fondamentali i reparti difensivi, anche i due portieri. Spesso facciamo soltanto i nomi di attaccanti e centrocampisti, ma con un equilibrio del genere conteranno le prestazioni delle due difese. Sarà tutto molto equilibrato, può finire ai rigori. Quello sarebbe uno scenario da infarto, la morte in diretta di chi viene eliminato”.