Ennesimo caso di ipotermia: studentessa ricoverata in ospedale

Ennesimo caso di ipotermia che si verifica in città, a pochi giorni dal primo episodio che ha scatenato la rabbia da parte dei vertici alti scolastici e non solo

Altro caso di ipotermia
Ambulanza (Ansa Foto) Notizie.com

Un nuovo caso di ipotermia si verifica in città. Ci troviamo nuovamente a Palermo. Pochi giorni fa la notizia che non ha scandalizzato solamente la regione siciliana, ma tutto il Paese. Tanto è vero che, nel giro di pochissimo tempo, è diventata virale in tutta l’Italia. Una alunna si è sentita male per via del troppo freddo in classe. Motivo? La rottura del termosifone che ha dato problemi non da poco: tremolii alle gambe ed altro. Subito è stato necessario il ricoverò all’ospedale. Ricordiamo che il tutto accadde all’istituto ‘Emanuela Loi‘ a Passo di Rigano (provincia di Palermo).

Pochi giorni più tardi, però, un nuovo caso ha scandalizzato la città. Questa volta ci troviamo nella facoltà di Ingegneria, situata in viale delle Scienze. Vittima una studentessa che ha accusato gli stessi sintomi. Tanto da essere colta da un malore per via del troppo freddo all’interno dell’università. Soccorsa dai colleghi è stata trasportata immediatamente in ospedale dove è attualmente ricoverata. Un ennesimo caso che ha fatto infuriare i cittadini che chiedono spiegazioni.

Palermo, altro caso di ipotermia: studentessa universitaria colta da malore

Altro caso di ipotermia
Ambulanza (Ansa Foto) Notizie.com

Nel frattempo sono arrivate anche le parole da parte del direttore generale dell’Università degli Studi del capoluogo siciliano, Roberto Agnello. Lo stesso ha affermato che sono pronti ad avviare una indagine interna per cercare di capire quanto sia accaduto all’interno della Facoltà. Non solo: sono pronti a prendere le dovute e necessarie misure in merito a quanto accaduto. Per fare in modo che non capitino più altri episodi del genere.

Una situazione che è stata definita assolutamente “incresciosa ed incettabile“. In conclusione: “Stabiliremo tutti i livelli di responsabilità e la funzionalità degli spazi sarà ripristinata al più presto. Seguiamo con assoluta attenzione le condizioni di salute della corsista“. Nel frattempo pare che la studentessa, in questo momento, si sta riprendendo dopo il grande spavento delle ultime ore.

 

Impostazioni privacy