USA, ennesima sparatoria nel Paese: aumenta la preoccupazione

USA, ennesima sparatoria che si verifica nel Paese: numeri impressionanti in questo inizio di 2023. Aumenta, sempre di più, la preoccupazione da parte della popolazione

Altra sparatoria negli USA
USA (Ansa Foto) Notizie.com

Il mese di gennaio, di questo nuovo anno, ancora si deve concludere, ma i dati che arrivano direttamente dagli Stati Uniti d’America preoccupano e non poco. Un’altra sparatoria si è verificata, nelle ultime ore, proprio nel Paese. E, purtroppo, ancora vittime innocenti. Basti pensare che si sta raggiungendo quota 40 sparatoria in questo 2023 che si preannuncia a dir poco drammatico. L’ultimo episodio si è verificato a Yakima, ovvero nello Stato di Washington. A fare fuoco un ragazzo di 21 anni. Senza alcun motivo valido (come se esistessero) è entrato in una stazione di servizio ed ha iniziato a colpire chiunque trovasse davanti.

Purtroppo il bilancio è gravissimo visto che si parla di tre persone che hanno perso la vita. Si tratta di Jarid Haddock. Lo stesso è stato ripreso dalle telecamere di sicurezza e, secondo quanto riportano alcuni testimoni, pare che abbia colpito proprio delle persone a caso. Successivamente il killer si sarebbe tolto la vita nei pressi del magazzino dove si sarebbe rifugiato. Poco prima dell’arrivo della polizia, che erano subito partiti per il suo arresto, il 21enne si è suicidato. I medici hanno provato a rianimarlo, ma è stato tutto inutile. Questo è quello che ha fatto sapere il capo della Polizia, Matt Murray.

USA, si continua a sparare: altre tre vittime in stazione servizio

Altra sparatoria negli USA
USA (Ansa Foto) Notizie.com

A quanto pare gli agenti avevano iniziato le proprie indagini grazie anche alla soffiata della madre. La stessa che avrebbe indicato alla polizia dove si sarebbe potuto nascondere. Purtroppo il Paese si macchia, ancora una volta, di un episodio che lascia tutti senza parole. Basti pensare che nel giro di tre giorni ci sono state due sparatorie in California. 18 le persone uccise. Il primo episodio è accaduto a Monterey Park (Los Angeles) all’interno di un locale dove si stava festeggiando il Capodanno Lunare. Quando un 72enne, di origine asiatica, avrebbe iniziato a sparare senza motivo verso la folla. 11 vittime e molti feriti (tra questi gravi). Poche ore più tardi il killer si sarebbe tolto la vita.

A quanto pare aveva intenzione di compiere altre stragi visto che, testimoni, hanno affermato che avesse molti caricatori in tasca. Si voleva introdurre in un locale di Alhambra, ma è stato disarmato dalla sicurezza all’ingresso. Mentre nella giornata di lunedì, un altro anziano asiatico, ha ucciso sette uomini in una fattoria ad Half Bay Moon, nella contea di San Mateo, a sud di San Francisco. All’arrivo della polizia sarebbe stato disarmato ed arrestato. Sempre nella stessa giornata, in una scuola di Des Moine (Iowa) due studenti sono stati uccisi ed un insegnante gravemente ferito.