Orsini, la Terza Guerra Mondiale e la previsione terribile: “Ci siamo quasi”

Il professor Alessandro Orsini analizza così le ultime notizie sul fronte degli aiuti occidentali a Kiev nella puntata del programma andata in onda su Rai Tre

La decisione presa dalla Germania e dagli altri dodici stati membri della Ue, con avallo degli americani, di inviare i famigerati carri armati di fabbricazione tedesca Leopard 2 a Zelensky, rischia di far salire di livello il conflitto in atto da più di un anno tra Ucraina e Russia, in un’escalation di cui non possiamo ad oggi conoscere la portata.

Alessandro Orsini ha messo in guardia sul pericolo della terza guerra mondiale – Notizie.com

Per il saggista italiano Alessandro Orsini, volto oramai noto per le sue dissertazioni sulle problematiche della guerra in atto tra Russia e Ucraina, l’invio dei tank all’esercito di Zelensky potrebbe essere il passo decisivo verso un nuovo e catastrofico conflitto globale.

I Leopard 2 potrebbero essere la miccia decisiva

La decisione è stata presa: i famigerati Leopard 2 di fabbricazione tedesca verranno inviati a supporto dell’esercito Ucraino nel tentativo di respingere l’assalto dell’Armata Rossa. Questo il responso dell’ultimo giro di colloqui avuto oggi tra i membri della Ue e gli Stati Uniti, con Berlino che ha accettato di fornire i suoi micidiali tank all’Ucraina. La Germania ha uno stock di 320 tank Leopard 2 delle serie A5, A6 e A7 che si trovano in diversi stadi di prontezza al dispiego in battaglia. Il Leopard è un mezzo dal peso di 62 tonnellate per 9,6 metri di lunghezza e 3,7 di larghezza, può raggiungere i 70 km/h con un’autonomia di 385 chilometri e monta un cannone Rheinmetall da 120 millimetri e due mitragliatrici MG3 da 7,62 mm. Alessandro Orsini, intervenuto nel corso della trasmissione Carta Bianca su Rai Tre, non ha usato mezze parole per descrivere il momento: “Abbiamo fatto un passo avanti verso la terza guerra mondiale, ma ormai tutti gli stati si stanno preparando a un conflitto globale. Questo non vuol dire che scoppierà, significa semplicemente che le mosse che stanno mettendo in campo i vertici militari dei nostri paesi sono tipiche di chi prende in considerazione la possibilità che la terza guerra mondiale possa scoppiare”.

I tank Leopard 2 potrebbero essere forniti all’esercito Ucraino – Notizie.com –

Idee molto chiare sullo scenario prossimo

Il sociologo, diventato molto popolare anche grazie alle sue posizioni molto controverse sulla vicenda in atto tra Ucraina e Russia, non ha usato giri di parole per spiegare cosa potrebbe accedere nel futuro prossimo in Europa e nel mondo: L’Italia, e non soltanto l’Italia, sta commettendo lo stesso errore fatto nella Seconda Guerra Mondiale: sta operando a favore dello scoppio della Terza Guerra Mondiale senza essere pronta ad affrontarla. Putin ha appena firmato il decreto che porterà i soldati russi a 1,5 milioni di unità. Se aggiungiamo 6.000 testate nucleari, sono sufficienti per fronteggiare la Terza Guerra Mondiale”, dice il docente di sociologia del terrorismo internazionale. L’accordo tra Germania e Usa è complesso. La Germania vuole inviare pochi carri armati Leopard 2, ma autorizza l’invio a Kiev dei tank in possesso di altri paesi. La Polonia compra tank dalla Germania e ha bisogno dell’autorizzazione di Berlino per girarli all’Ucraina. Dobbiamo riflettere sull’orrore che stiamo costruendo: un Abrams può distruggere un edificio da 4 km di distanza, l’Ucraina verrà devastata mentre noi avremmo il tempo per mediare con la Russia. Ci aspettiamo una grossa offensiva russa tra la fine della primavera e l’estate: invece di cercare una mediazione per frenare la guerra, stiamo dando all’Ucraina mezzi potentissimi per fare la guerra“, conclude Orsini.