Canili-lager, blitz dei carabinieri Nas: sequestri in tutta Italia

Canili-lager, blitz da parte dei carabinieri dei Nas: sono partiti moltissimi sequestri nel nostro Paese. Gli ultimi dati che arrivano sono a dir poco sconcertanti e lasciano tutti senza parole

Canili Lager
Canili lager (Ansa Foto) Notizie.com

Negli ultimi mesi i carabinieri del Nas hanno indagato in tutti i canili lager del nostro Paese. I risultati che arrivano sono a dir poco sconcertanti. Quello che hanno trovato gli stessi militari li ha davvero sconvolti. La maggior parte dei ricoveri erano decisamente troppo piccoli, con strutture per nulla idonee. Per non parlare di quegli spazi, seppur minuscoli, che non venivano curati a dovere e lasciati in un vero e proprio degrado. Sia il cibo che i medicinali erano scaduti da un bel po’ di tempo. Carcasse che erano state smaltite in maniera del tutto irregolare. Fino a quando non hanno visto il taglio della coda e delle orecchie per “motivi estetici“.

Questo è molto altro hanno trovato i carabinieri nelle loro indagini in tutto il nostro Paese. Una operazione che è stata effettuata dopo il ‘via libera’ da parte del ministero della Salute. Non è finita qui visto che, in alcuni canili situati sia a Torino che a Perugia, è stato scoperto anche un traffico illecito di cuccioli di razza. Gli stessi che non avevano affatto la documentazione necessaria e che venivano regolarizzati nelle anagrafi canine con tanto di documenti falsi.

Canili lager, scoperte shock dei carabinieri in tutta Italia

Canili Lager
Canili lager (Ansa Foto) Notizie.com

La maggior parte dei reati, che sono stati contestati a queste strutture, sono principalmente il maltrattamento e soprattutto l’abbandono degli stessi animali. Lo stesso causato da un mantenimento di cani in condizioni incompatibili con la loro natura. Per non parlare del fatto che non venivano curati e nemmeno lavati. La scoperta scioccante sono stati i numerosi interventi chirurgici su di loro: sia per il taglio delle orecchie che per la coda. Senza alcuna ragione patologica. Per non parlare dell’utilizzo da parte dei farmaci scaduti (alcuni addirittura da più di 7 anni).

I dati che arrivano, secondo le loro ispezioni, sono davvero inquietanti. Nel nostro Paese ci sono 876 strutture che sono state visitate appunto dai carabinieri, 26 sono state poste sotto sequestro. Non è finita qui visto che le violazioni che sono state rinvenute sono addirittura 244 (tra canili ed allevamenti). Vale a dire il 27% del totale. Per 29 persone è scattata l’inevitabile denuncia. Ben 230 sono state le sanzioni (che raggiungono quasi i 200mila euro). Nel frattempo quasi 900 cani sono stati sequestrati ed affidati.