Messina Denaro, trovati abiti femminili: caccia all’amante del boss

Matteo Messina Denaro, in uno dei covi dove si nascondeva il boss sono stati trovati degli abiti femminili: adesso si cerca l’amante del boss

Continuano le ricerche
Le ricerche in uno dei covi dove si nascondeva Matteo Messina Denaro (Ansa Foto) Notizie.com

Matteo Messina Denaro ha trascorso la sua prima settimana nel carcere ’41bis’ che si trova all’Aquila. Costantemente sotto osservazione medica per via del suo tumore al colon ed in attesa di effettuare le sedute di chemioterapia. Sempre all’interno della struttura dove è stata allestita una sala solamente per lui, in modo tale che possa continuare ciò che è stato interrotto dai carabinieri giorni fa. Nel frattempo, gli stessi militari, continuano le loro indagini del caso. Fino a questo momento sono stati trovati almeno tre covi dove il boss si nascondeva. Non è assolutamente da escludere che ce ne possa essere ancora un altro.

Anche perché, gli stessi inquirenti, sono sulle tracce di un suo patrimonio che si avvicina ai 5 miliardi di euro. Nel frattempo, però, sempre nella giornata di ieri, sono arrivate delle notizie importanti. Ovvero il ritrovamento, in uno dei suoi nascondigli, di alcuni abiti femminili. Segno del fatto che, nel periodo di latitanza (durato ben 30 anni), il pericoloso boss siciliano avrebbe avuto una relazione con una donna. Ed è per questo motivo che le ricerche si sono approfondite sempre di più nelle ultime ore. Addirittura si era parlato anche che, da questa possibile relazione, possa essere nato un figlio. Per il momento, però, si tratta solamente di ipotesi da parte degli stessi inquirenti.

Messina Denaro, trovati abiti femminili: le ultime dalla città siciliana

Continuano le ricerche
Le ricerche in uno dei covi dove si nascondeva Matteo Messina Denaro (Ansa Foto) Notizie.com

Come riportato in precedenza, oltre a medicinali che aiutavano le prestazioni sessuali e altro ancora, i carabinieri hanno trovato anche degli indumenti che apparterrebbero ad una donna. Per il momento non si sa ancora nulla di quest’ultima. Anche se non si esclude affatto la possibilità che possa essere della zona (Campobello di Mazara). Ed è per questo motivo che è partita la caccia da parte dei carabinieri alla ricerca di questa donna che avrebbe convissuto l’ex latitante.

Non è da escludere che nelle prossime ore (oppure anche nei prossimi giorni) possano arrivare delle importanti novità in merito a questa vicenda. Nel frattempo continuano gli interrogatori da parte dei carabinieri locali. Nella serata di ieri, invece, la notizia dell’arresto da parte del vero Andrea Bonafede. Fino a questo momento risultava solamente indagato, ovvero colui che ha ceduto i suoi documenti al boss.