Inter, Biasin: “Ieri un disastro, per due evidenti motivi. Škriniar? Ecco come va utilizzato d’ora in poi”

Brutto ko casalingo per per i nerazzurri contro la squadra di Zanetti, Biasin: “Serve riprendere la marcia e puntare al secondo posto”

L’Inter in meno di una settimana trionfa contro il Milan in Supercoppa, battendo in maniera netta i cugini, e subito dopo crolla in casa contro l’Empoli. Un match, quello andato in scena ieri a San Siro, che lascia l’amaro in bocca all’ambiente nerazzurro, soprattutto per l’avvio di gara fatto vedere dagli interisti. Per analizzare il momento che vive la squadra allenata da Simone Inzaghi è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Notizie.com il noto giornalista ed opinionista sportivo Fabrizio Biasin: “Non credo che il cattivo approccio di ieri sia dovuto alla stanchezza, l’Inter ha giocato male nei primi 10 minuti poi a mio avviso ha anche disputato una discreta partita, facendo possesso palla e stando nella metà campo avversaria. L’espulsione ha chiaramente cambiato l’inerzia della sfida e a seguire anche le scelte dell’allenatore non hanno ridato ordine alla squadra. Quindi a portare a questo disastro sono state l’espulsione e le scelte non tempestive nel modificare l’assetto tattico“.

Fabrizio Biasin esclusiva Inter
Fabrizio Biasin commenta Inter-Empoli – Notizie.com (Instagram)

La disfatta di ieri porta i nerazzurri a 13 punti dal Napoli capolista:Se prima di incontrare l’Empoli, l’Inter aveva il 5% delle possibilità di poter dar fastidio ai partenopei, ora le chances sono allo 0%. Non mi aspetto un crollo del Napoli, perché di questo dovrebbe trattarsi, ed in contemporanea l’Inter dovrebbe fare un percorso netto e non mi sembra ci siano le condizioni“. “Anzi – prosegue la nota firma di Liberoora i nerazzurri devono concentrarsi sulla qualificazione alla prossima Champions, non devono guardare troppo in avanti bensì devono vedere chi hanno intorno. Serve riprendere la marcia per puntare al secondo posto, pensare di poter dare fastidio a questo Napoli mi sembra un’utopia“.

In cima alla classifica i 15 punti di penalizzazione dati alla Juventus aprono una posizione in più, ma per Biasin le dirette concorrenti non devono cullarsi su questo:Sarebbe un clamoroso errore sapere che la penalizzazione ad un’avversaria possa farti vivere il campionato con più serenità: una squadra di professionisti non guarda altrove, ma pensa a se. L’Inter ha i suoi problemi da risolvere e lo abbiamo visto ieri, problemi di continuità e di approccio, quindi non deve pensare ad altro“.

Uno dei temi caldi della serata di ieri riguarda una vicenda extra campo, con l’agente di Milan Škriniar che ha anticipato l’addio al club milanese del suo assistito. Su come comportarsi ora con il giocatore, l’opinionista non ha dubbi:Bisogna essere pragmatici, Il suo procuratore ha sbagliato completamente i tempi dell’intervento. L’Inter comunque deve essere al centro della questione: Skriniar è un titolare, ieri ha sbagliato la partita ma non significa che si debba accantonare, anzi, deve riuscire a dare il suo contributo fino alla sua ultima gara in nerazzurro. Poi, se il mercato in questi ultimi giorni aprirà spiragli per il passaggio al PSG prima del tempo, è un altro discorso. A prescindere da questo però credo che il giocatore debba essere al centro del progetto dell’Inter, come Kessié lo scorso anno lo è stato in quello del Milan, o come lo stesso Perišić che ha giocato fino all’ultimo minuto prima di andare via a zero. Il difensore ha sempre dimostrato di essere un serio professionista, ieri ha sbagliato la partita, è chiaro che due interventi del genere sono parecchi ingenui, ma questo non significa che non sia più presentabile. Spiace per come stanno le cose perché il giocatore andrà via e a zero, ma questo è frutto dell’impostazione del calcio di oggi. Ci sono responsabilità da parte di tutti, se vuole lasciare un bel ricordo da qui all’ultima gara deve farsi vedere al suo livello; quest’anno non ha fatto sempre prestazioni al massimo, ma visto che il valore tecnico è alto ci si aspetta che possa fare bene fino a quando rimarrà“.

Fabrizio Biasin esclusiva Inter
Fabrizio Biasin sul momento dei nerazzurri – Notizie.com (Instagram)

Un’Inter momentaneamente in difficoltà che non può contare su uno dei big della squadra, Romelu Lukaku:Ha contribuito zero al momento, ci si aspettava potesse essere l’acquisto più importante dell’ultimo mercato, in realtà fino ad ora non ha combinato nulla per via dei suoi problemi fisici. Adesso bisogna sperare che riesca a tornare almeno al 50%. Eviterei di commentare i pochi minuti di ieri, vista la situazione particolare“. “Ovviamente – chiosa Biasinci si aspetta che già contro la Cremonese possa dare una mano perché l’Inter fino ad ora ha tirato la carretta con un giocatore ultra trentenne che è Edin Džeko e ha sempre fatto molto bene e Lautaro che ha gioca senza sosta. Però davanti, tra Lukaku assente e Correa presente ma assente, diventa un problema“.