Cosa succede se al tuo posto, scrive per te l’intelligenza artificiale

Che cosa succede se i propri articoli venissero fatti scrivere da una intelligenza artificiale? Scopriamo quali potrebbero essere i rischi.

Che cosa potrebbe mai succedere, se uno degli articoli scritti da una persona, improvvisamente venisse realizzato da una intelligenza artificiale? A rivelarlo è stato il sito di news CNET che in genere si occupa di tecnologia e che nei giorni scorsi ha pubblicato circa 70 articoli, scritti proprio da una intelligenza artificiale.

Intelligenza artificiale
Intelligenza artificiale, Notizie.com

Ma di che cosa si tratta nello specifico? Ebbene, è un software che riesce ad imitare la scrittura umana dopo che ha ricevuto i dati e le indicazioni sugli argomenti da trattare, un vero e proprio esperimento che il sito di news ha reso noto solo dopo due mesi, quando ad accorgersi di quello che stava accadendo è stato il Futurism, un altro sito che si occupa sempre di tecnologia.

Insomma, una situazione che alla lunga ha anche scatenato delle polemiche, le stesse che hanno portato la direttrice del sito, Connie Guglielmo a sospendere la pubblicazione di articoli scritti dall’intelligenza artificiale. Ad ogni modo questa particolarità oltre che mostrare dei lati positivi, ha portato alla luce anche moltissimi limiti, bisogna infatti tenere conto dei rischi che si corrono affidando tutto ad una macchina. Scopriamoli.

Intelligenza artificiale, ecco i rischi di farla scrivere al posto nostro

Come detto prima, un network ha sperimentato che cosa significa far scrivere degli articoli ad una intelligenza artificiale e quindi ad una macchina rispetto ad una persona umana: stando alle recensioni in riferimento agli articoli di CNET, si è da subito notato come il contenuto fosse noioso, pieno di frasi fatte e luoghi comuni.

Insomma degli articoli poco accattivanti che non hanno per nulla attirato l’attenzione del lettore, senza contare il fatto che non abbiano dato nessun tipo di emozione. E non è finita qua, il rischio che si corre è quello che ha anche notato lo scrittore Alex Kantrowitz, che ha scoperto proprio come il software avesse copiato diverse frasi da un suo articolo, segno di una totale mancanza di originalità.

Intelligenza artificiale, Notizie.com

Ad ogni modo l’utilizzo di questo sistema non è nuovo per il mondo del giornalismo, molto spesso il software in questione è usato  per rilasciare delle agenzie di stampa, un esempio su tutte è quello del Financial Times, che ha deciso di utilizzare questo sistema per controllare in automatico se negli articoli pubblicati vengono interpellati troppi uomini a discapito delle donne.

Vedere se la tecnologia può aiutare il nostro staff di giornalisti nel lavoro, per coprire gli argomenti a 360 gradi” sono queste le parole della Guglielmo, direttrice di CNET, che ha giustificato la sua scelta spiegando come il suo fosse un semplice esperimento, volto ad un obbiettivo che avesse a che fare con lo sviluppo tecnologico.