Adesione Nato, Finlandia: “Avanti per nostra strada, anche senza..”

Adesione alla Nato, la Finlandia ha voluto esprimere chiarezza in merito a questa vicenda che interessa particolarmente i vertici alti. Tanto è vero che ha preso parola direttamente il ministro degli Esteri del Paese, ribadendo il loro pensiero. Anche a costo di andare avanti senza l’appoggio di un altro Paese che aveva dato in passato il suo ‘ok’

Adesione Nato
Il ministro degli Esteri della Finlandia, Pekka Olavi Haavisto (Ansa Foto) Notizie.com

Subito dopo l’inizio del conflitto in Ucraina (che tra poche settimane raggiungerà il primo anno di combattimento tra soldati locali e quelli russi), si è parlato di un argomento decisamente molto importante. Da come avete ben potuto capire stiamo parlando delle adesioni alla Nato. In particolar modo di alcuni Paesi che, fino a questo momento, non si erano accordate con i vertici alti di tutto il mondo. Tra queste spunta proprio la Finlandia che, proprio negli ultimi minuti, ha voluto fare chiarezza in merito a questa vicenda. Direttamente dalla conferenza stampa che è terminata da pochi minuti ha parlato direttamente l’uomo che vedete inquadrato in foto.

Si tratta dell’attuale ministro degli Esteri del Paese, ovvero Pekka Olavi Haavisto. Quest’ultimo, ci ha tenuto a ribadire, che la Finlandia non ha per nulla cambiato idea rispetto agli ultimi mesi. In che senso? Ovvero che il suo obiettivo è chiaro ed è stato dichiarato anche in più occasioni. Ovvero che l’intenzione è quella di portare avanti il suo “processo di adesione alla Nato“. In molti, però, hanno ricordato che il Paese scandinavo non era affatto l’unico ad aver seguito questa strada. Salvo poi aver cambiato idea (o almeno così sembra) con il passare di questi mesi.

Adesione Nato, ministro Esteri Finlandia: “Avanti anche senza Svezia

Adesione Nato
Il ministro degli Esteri della Finlandia, Pekka Olavi Haavisto (Ansa Foto) Notizie.com

Dunque, la Finlandia intende proseguire per la sua strada. Anche se al suo fianco non ci sarà la Svezia. A differenza dei finlandesi, questi ultimi stanno ancora tentennando. Il ministro degli Esteri finlandese, Pekka Olavi Haavisto, è stato molto chiaro in merito a questa vicenda. Anche perché, nella giornata di ieri c’erano state delle dichiarazioni molto importanti da parte di un presidente importante.

Stiamo parlando del numero uno della Turchia, ovvero il presidente Recep Tayyip Erdogan. Quest’ultimo, infatti, aveva ribadito che la Svezia non deve, in alcun modo, aspettare il sostegno da parte del suo Paese per quanto riguarda il processo di adesione all’Alleanza atlantica. Ed il motivo è risaputo: se continua a sostenere i militanti curdi del Pkk e dell’Ypg. Queste ultime due sono considerate, dalla stessa Ankara, delle vere e proprie organizzazioni terroristiche.