Giancarlo Magalli: “Ho combattuto un linfoma alla milza, ho perso 24 kg”

Dopo mesi di assenza Giancarlo Magalli è tornato in tv e ha scelto il salotto di Verissimo per raccontare il suo anno difficile. Il noto conduttore, volto Rai per tantissimi anni, ha rivelato di aver avuto un linfoma alla milza e che negli ultimi tempi ha combattuto la sua battaglia: oggi sta meglio e sta riprendendo le sue normali attività, ma non è stato facile. A Silvia Toffanin ha riferito che in pochi sapevano della sua malattia, e che nella drammaticità degli eventi ha capito quanto la sua famiglia allargata gli vuole bene.

Magalli ha raccontato come ha scoperto la patologia. Ha avuto prima dei dolori e poi una grave infezione che lo ha costretto al ricovero di urgenza. In ospedale gli hanno somministrato dei farmaci che hanno avuto degli effetti collaterali inaspettati, aveva delle visioni e faceva cose non facili da gestire tanto che una sera ha strappato tutti i tubi: “Sono stato portato in ospedale, al pronto soccorso, in autoambulanza. Sono stato curato per questa infezione. Avevo delle visioni. Facevo cose, probabilmente sotto effetto di questi farmaci, che non avrei dovuto fare. Una sera mi sono strappato i cateteri che avevo addosso. Lo dobbiamo legare a letto, hanno detto i sanitari, altrimenti ci vuole qualcuno che lo controlli”. 

Giancarlo Magalli intervista tv
Giancarlo Magalli intervista Verissimo- Notizie. com

I famigliari di Magalli non hanno permesso che fosse legato e hanno deciso di organizzare dei turni di sentinella. Il conduttore ha molto apprezzato l’attenzione che gli è stata rivolta, e ha capito quanto i suoi cari tenevano a lui: “…è successa la prima delle cose belle in questa vicenda: le mie famiglie si sono mobilitate, hanno fatto dei turni di sentinella tutta la notte a vegliare su di me.” Dopo aver curato l’infezione Magalli ha scoperto il tumore:Poi l’infezione è finita, ho proseguito gli accertamenti ed è venuto fuori che avevo un linfoma attorno alla milza. E’ un tumore, ma appartiene alla categoria dei tumori che si possono curare. Me lo hanno detto subito: si cura, ci vorrà qualche mese. In effetti ora non ce l’ho più, sono guarito.” Dopo sette mesi di cure, ricoveri e una perdita di peso rilevante Magalli sta oggi riprendendo le sue attività normali, prende solo alcuni farmaci di rifinitura, ma ha superato il momento difficile.

Giancarlo Magalli: “La Rai? Aspetto che si facciano vivi”

Giancarlo Magalli ha poi ironizzato, in modo pungente, sul ruolo della Rai. Il conduttore ha affermato di pagare il canone come tutti gli italiani e poi ha aggiunto di essere in attesa di una chiamata: “Pago il canone come tutti noi e aspetto che si facciano vivi. La Rai è la Rai. Ci lavoro da più di 50 anni. La conosco bene. So bene quali sono i limiti della Rai.”

Giancarlo-Magalli ospite tv
Giancarlo-Magalli parla della malattia a Verissimo- Notizie. com

 L’artista ha poi rivelato di aver scritto a Coletta per fargli sapere che sta bene:Ho scritto a Coletta, il nostro direttore, tanto per fargli sapere che ero vivo e vegeto, che stavo bene, nella speranza che si riesca a ricostruire qualcosa. Gli converrebbe.  Tutti i programmi che ho lasciato con la malattia e che hanno dato a qualcun altro sono andati così così”.