Spari alla fermata del bus, svolta nelle indagini: c’è un fermo

Spari alla fermata del bus, clamorosa svolta nelle indagini: una persona è stata arrestata dopo l’episodio che si è verificato nella notte di sabato

Fermato un poliziotto
Sparatoria Ancona (Ansa Foto) Notizie.com

Un episodio che aveva lasciato i cittadini completamente senza parole. Nelle ultime ore si è scoperto qualcosa di più. Facciamo, però, qualche passo indietro. Intorno alle quattro di notte di domenica 22 gennaio ragazzo di 20 anni ha ricevuto un colpo di pistola. Il tutto è accaduto nei nuovi quartieri di Ancona, a pochi passi dall’aggregazione giovanile comunale “La bottega della fantasia“. A sparare, nei pressi della fermata del bus, un uomo di 40 anni. Si tratta di un poliziotto. Lo stesso che, poco più tardi, era stato arrestato proprio dai suoi colleghi. Subito dopo la sparatoria la polizia scientifica si è recata sul posto per avviare le prime indagini.

A quanto pare il colpo sarebbe partito dopo che, tra i due, c’era stato un litigio. Un diverbio che è terminato nel peggiore dei modi fino a quando non è spuntata, appunto, una pistola. I due si conoscevano. Il giovane avrebbe prima aggredito l’uomo che, a sua volta ha prima sparato un colpo in aria e poi un altro ha raggiunto il ragazzo ad una gamba. A portare il ferito all’ospedale regionale di ‘Torrette‘ sono stati i suoi amici. Non è finita qui visto che, pochi minuti più tardi, al nosocomio si è presentato proprio colui che ha fatto fuoco. Sono nati alcuni momenti di tensione. Tanto è vero che le forze dell’ordine sono dovute intervenire per cercare di riportare la calma.

Ancona, spari alla fermata del bus: arrestato poliziotto

Fermato un poliziotto
Sparatoria Ancona (Ansa Foto) Notizie.com

Secondo quanto riportato le prime ricostruzioni che arrivano dalla città pare che i due si conoscevano. Dopo che si erano incrociati all’interno di un locale notturno avrebbero continuato a litigare per strada. Visto che, poco prima, erano stati allontanati dalla sicurezza. Prima una colluttazione poi i colpi di pistola. Il poliziotto presta servizio a Civitanova Marche, ma vive ad Ancona.

Ad avviare le indagini proprio i poliziotti di quest’ultima città. Sono stati interrogati alcune persone. Tra di loro quelli che si trovavano dentro il locale ed anche quelli fuori la strada. Il tutto per cercare di ricostruire quanto accaduto e se dietro ci siano dei motivi che ancora non si conoscono.