GPT-3 al posto di Siri: ecco cosa succede

Al posto di Siri, viene utilizzato il sistema GPT-3, un sistema di intelligenza superiore: quello che succede ha davvero dell’incredibile.

Si tratta di una scoperta che ha davvero dell’incredibile e anche questa volta ha a che fare con il sistema di intelligenza artificiale, ovvero la GPT-3: stando ai ricercatori questa è infatti in grado di dare un senso molto più naturale ad ogni discorso e rendere anche le richieste più implicite rispetto a prima.

Intelligenza artificiale
Intelligenza artificiale, foto sito Iphone Notizie.com

Ad avere spiegato per bene il tutto è stato Mate Marschalko, che ha spiegato in modo preciso e approfondito il perchè del suo esperimento nel sostituire, con dei risultati efficaci, Siri con GPT-3, ovvero il più potente e usato sistema di IA delle ultime settimane.

Da quando ho provato ChatGPT e GPT-3, tutto il resto sembra dolorosamente stupido e inutile: Siri, Alexa, Google Home e tutti gli altri assistenti intelligenti” ha ammesso e ancora: “Ho pensato che sarebbe stato fantastico sostituire Siri con GPT-3. Ho chiesto a GPT-3 di fingere di essere il cervello intelligente di casa mia, ho spiegato con cura a cosa può accedere in casa e come rispondere alle mie richieste”. Ma approfondiamo il discorso.

Intelligenza artificiale, la scoperta di GPT-3 ha cambiato tutto

Non sembra esserci proprio nessun dubbio da parte di Marschalko, che nel corso dei suoi studi dopo avere provato la tecnologia GPT-3 ha capito come quella provata e usata in passato, non fosse in grado di avvicinarsi nemmeno lontanamente ad essa.

Intelligenza artificiale, Notizie.com

Ma non è tutto, la cosa ancora più incredibile è che per arrivare a questo risultato lo sviluppatore non ha dovuto nemmeno scrivere nessun codice di ricerca ma solo spiegare alla tecnologia GPT-3 che cosa voleva fare:Ho spiegato tutto in un inglese semplice. Ho descritto i tipi di richieste, l’esatta struttura della risposta e ho chiesto a GPT di comportarsi come un’intelligenza artificiale senziente, dando consigli anche per domande personali. Ho anche fornito alcuni dettagli su ora, posizione, dispositivi e stanze della casa. Da questo, ho ricevuto una risposta perfettamente strutturata. E questo è tutto quello che c’è da programmare”.

Insomma davvero qualcosa di incredibile che da questo momento in poi certamente, sarà in grado di rivoluzionare la nostra vita anche partendo dalle cose più piccole legate alla nostra vota quotidiana: lo sviluppatore infatti ha iniziato ad usare questo tipo di tecnologia per gestire in automatico le cose della casa: “Imposta la temperatura della camera da letto che ritieni possa aiutarmi a dormire meglio”. 

La speranza è che in un futuro non troppo lontano anche la Apple decida di prendere in considerazione questo tipo di tecnologia da inserire nei famosi melafonini.