Truffa alle assicurazioni, indagini in corso: scattano gli arresti

Truffa alle assicurazioni, indagini in corso da parte dei carabinieri: nel frattempo arrivano notizie sugli arresti. Tra di loro spuntano anche alcuni medici

Truffa alle assicurazioni
Truffa alle assicurazioni (Ansa Foto) Notizie.com

Un vero e proprio blitz da parte dei carabinieri che, nella giornata di oggi, hanno avuto un bel da fare. Ci troviamo a Roma dove i carabinieri locali hanno scoperto una vera e propria truffa alle assicurazioni. Subito sono state avviate le prime indagini e, soprattutto, anche i primi arresti. I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Roma Centro hanno messo in atto la misura cautelare emanata dal Giudice per le ‘Indagini Preliminari’ del Tribunale della Capitale. Il tutto grazie alla richiesta da parte della Procura della Repubblica.

I reati in questione sono gravissimi visto che si parla di: associazione per delinquere, frodi ai danni di assicurazione e soprattutto corruzione. Nel frattempo, come riportato in precedenza, sono scattati gli arresti domiciliari nei confronti di quattro persone. Si tratta di alcuni medici che lavorano al Pronto Soccorso. La misura della sospensione dal pubblico servizio per periodi di 6 e di 12 mesi. Una indagine che, a quanto pare, stava andando avanti da un bel po’ di tempo. I militari hanno seguito ogni strumento possibile per cercare di avere quante più informazioni possibile in merito.

Roma, truffa alle assicurazioni: scattano gli arresti, 4 medici ai domiciliari

Truffa alle assicurazioni
Carabinieri (Ansa Foto) Notizie.com

Partendo, addirittura dalle intercettazioni telefoniche. Grazie a queste ultime gli stessi carabinieri hanno raccolto gravi indizi a carico da parte di alcuni avvocati e medici del P.S. Gli stessi che prestavano servizio in alcuni ospedali di Roma. A quanto pare i professionisti avrebbero certificato, in maniera falsa, delle gravi lesioni patite dalle persone coinvolte. In particolar modo da proventi derivanti dagli incidenti stradali. In particolar modo generata dai risarcimenti delle lesioni riportate dagli infortunati.

Le liquidazioni, in questo caso, andavano tra i 20mila ed i 30mila euro. Morale della favola: sia i medici che gli “attori” in questione avevano un vero e proprio tariffario che andava dai 300 fino ad arrivare ai 500 euro. Per ogni incidente. In corso alle indagini sono stati raccolti degli elementi fondamentali. Sono stati individuati circa una 50ina di incidenti stradali falsi. A cui avrebbero partecipato almeno 250 persone. Il danno ammonta a quasi 2 milioni di euro.