Messina Denaro, il diario e i riferimenti alla figlia (che lo ha rinnegato)

Arresto Matteo Messina Denaro, il diario ed i riferimenti alla figlia che lo ha rinnegato. Tanto è vero che la stessa ha voluto cambiare anche il cognome, segno del fatto che con il padre non vuole averci nulla a che fare 

Il diario del boss
Matteo Messina Denaro (Ansa Foto) Notizie.com

In uno dei covi dove si nascondeva Matteo Messina Denaro è stato ritrovato anche un diario. Dove scriveva tutti i suoi pensieri che gli passavano per la testa. Ed in particolar modo i riferimenti alla figlia Lorenza. Anche se la stessa lo ha completamente rinnegato. Tanto da cambiare addirittura il cognome. In realtà di lei ne ha sempre parlato. Anche in un “pizzino” che aveva inviato anni fa ad un sindaco, in contatto con i servizi segreti. Lorenza, 26enne, è madre di un maschietto. Del padre, però, non ne vuole sapere assolutamente niente. Tanto da metterci una pietra sopra. Anzi, a tal punto che non vuole essere associata assolutamente a lui.

Anche per la madre e moglie del boss, Franca, non è stato per nulla una vita facile. Sempre nell’occhio del ciclone. Quasi come se vivesse nella casa del ‘Grande Fratello’. Invece delle telecamere, però, aveva gli occhi puntati delle sorelle del boss. Tanto è vero che, quando usciva di casa, non era mai sola. Sempre in compagnia con almeno una di loro che la seguivano ovunque andasse. Anche se, la maggior parte della sua vita, l’ha trascorsa al chiuso con le tapparella abbassate. Neanche per la figlia Lorenza è stata una vita facile. Sotto gli occhi della nonna (suo stesso nome) che non ha mai accettato il fatto che la nuora le cambiasse il cognome. Lorenza Alagna, proprio il cognome della madre.

Messina Denaro, la figlia che ha cambiato vita (ed anche cognome)

Il diario del boss
Matteo Messina Denaro (Ansa Foto) Notizie.com

Nel periodo scolastico, quando si affrontavano temi che riguardavano la mafia, Lorenza non ne voleva sapere. Tanto da chiedere alla sua professoressa di uscire dalla classe. La docente, però, non sapeva assolutamente di chi fosse figlia. Se non grazie ad un suo compagno di classe che rivelò la verità. Ora quella professoressa è direttrice di un festival di letteratura, Bia Cusumano. Dopo aver raggiunto la maggiore età Lorenza decide di andare a vivere da sola. Un grande passo verso quella “liberà” che aveva sempre sognato. Viaggi, università fino a quando non incontra l’amore. Dal loro frutto nasce un bambino che ora ha un anno e mezzo.

All’ex sindaco di Castelvetrano, Antonio Vaccarino, Messina Denaro scriveva: “Non ho mai conosciuto mia figlia“. In quegli anni la polizia aveva posizionato delle telecamere e microspie per seguire tutti i movimenti di Franca e Lorenza Alagna. Fino a quando le stesse forze dell’ordine non capirono che dovevano mettere in atto, la loro forza, verso un altro obiettivo. Tanto è vero che il boss si chiedeva anche del motivo perché la figlia fosse arrabbiata con lui.