Jacobs, attacco frontale a Fedez! Ecco cosa è successo tra i due

Il velocista ha usato parole forti contro il cantante. Il motivo? Una collaborazione nata nel 2018 e finita ora in tribunale.

Marcell Jacobs è uno dei nomi più importanti dello sport italiano. Non potrebbe essere altrimenti dopo la medaglia d’oro olimpica – primo azzurro a riuscirci – nei 100 metri. L’atleta è a Dubai in preparazione, la nuova stagione s’avvicina. Ma in un’intervista a La Stampa, Jacobs è tornato anche su aspetti non attinenti alla pista. La storia è ingarbugliata e quella che sembrava dovesse essere una collaborazione fruttuosa è invece diventata materia per i tribunali. Protagonista non solo il campione olimpico, ma anche uno dei volti più noti dello show business italiano e cioè Fedez. Il rapper è in realtà anche un imprenditore e co-amministra la Doom Entertainment, fondata nel 2013 insieme a J-Ax, con il nome di Newtopia. Inizialmente etichetta discografica indipendente, poi diventata col tempo anche una società che offre attività di promozione e sponsorizzazione per cantanti, atleti, attori e altre figure legate al mondo dello spettacolo.

Lamont Marcell Jacobs, of Italy, center, wins the Men’s 100 meters during the athletics competition in the Olympic Stadium at the European Championships in Munich, Germany, Tuesday, Aug. 16, 2022. (AP Photo/Martin Meissner)

Marcell Jacobs decide di affidarsi alla Doom nel 2018, punta su Fedez che è già una stella nel firmamento italiano. Il rapporto tra il velocista e il rapper però non decolla e a spiegarlo è proprio Jacobs: “Non pensavo fosse difficile rappresentarmi. Nel 2018 mi sono affidato alla società di Fedez, mi aspettavo che stare vicino a lui desse visibilità, ma lì non hanno mai sviluppato un progetto. Me li aspettavo pronti al risultato, invece ho vinto a Tokyo e mi hanno scritto 24 ore dopo. Erano al mare e non gliene fregava niente”, il riferimento è ovviamente alla vittoria più importante ottenuta da Marcell Jacobs, quella nei 100 metri alle Olimpiadi di Tokyo.

Fedez piange Vialli

Il velocista poi assocerà anche quello nella staffetta 4×100. Jacobs non ha apprezzato, ma non solo questa assenza: “Per contrasto, quando mi sono trovato davanti a persone che promettevano soldi e numeri mi sono affidato. In qualche mese ho realizzato che mi raccontavano come non sono. C’era poca trasparenza”. Quindi addio Fedez, contratto rotto e causa in tribunale perché il rapper ritiene illegittima la rescissione unilaterale del contatto. Intanto Jacobs si è affidato a un’altra società, questa con sede a Londra: “Non mi ha promesso numeri, mi ha dato una visione internazionale. Con loro si parla di collaborazioni a lungo termine, per il post atletica. Fino a che va bene e ci si sente forti. Fino a qualche anno fa il mio pensiero era solo corsa, non volevo considerare il dopo. Purtroppo in questo bellissimo sport da un giorno all’altro può cambiare la vita