Cibo con gli insetti, lo mangiamo senza saperlo

Chissà quante volte ci siamo trovati ad avere mangiato del cibo con gli insetti al suo interno, senza nemmeno saperlo.

Potrà sembrare davvero incredibile, eppure è un dato di fatto che anche senza volerlo, potrebbe esservi capitato di mangiare insetti presenti all’interno della vostra pietanza, anche senza saperlo. Si tratta di una pratica che giorno dopo giorno sta sempre di più prendendo piede.

Cibo con gli insetti
Cibo con gli insetti, foto fonte Corriere.it. Notizie.com

Proprio di recente, anche la Commissione Europea, ha introdotto la farina di grillo nell’alimentazione, una decisione che ha scatenato non poche polemiche, specialmente in Italia, dove da tradizione, nessuno è mai stato abituato a mangiare questo tipo di cose. Eppure, strano ma vero anche nei supermercati esistono degli alimenti che li contengono al loro interno.

Ad avere rivelato questo particolare è stata proprio la Repubblica, che all’interno della sua rubrica ha confermato che in tanti supermercati, è possibile trovare degli alimenti che contengono delle tracce di insetti, anche se in minima parte: “La ricerca ha messo in luce che si trovano soprattutto in quei prodotti che presentano una colorazione rossa e per cui è usata una sostanza chiamata estratto di cocciniglia. Si tratta di un parassita infestante, fa parte della stessa famiglia delle coccinelle e non di rado preoccupa gli agricoltori”.

Cibo con gli insetti, dove è davvero possibile trovarli?

Sembrerà strano ma è proprio cosi, sempre più spesso ci troviamo davanti a dei cibi o alimenti che al loro interno potrebbero contenere anche una piccola parte di insetti e come se questo non bastasse, anche nei supermercati si corre questo rischio.

Insetti negli alimenti, Notizie.com

Ad esempio, negli yogurt, succhi di frutta, liquori, bitter, caramelle e alcune marche di aranciata, sono questi solo alcuni degli alimenti in cui sarebbe possibile trovarli e per capire davvero se si corre questo rischio, al dicitura a cui prestare attenzione è:  Colorante E120 o acido carminico. Pare infatti che quest’ultimo viene proprio ricavato grazie all’essicazione al sole di un determinato tipo di insetto, che dopo essere stati essiccati, vengono macinati e ridotto in polvere per poi essere mescolate con acqua calda.

Insomma, ogni anno, specialmente nelle bevande, gli italiani consumano circa 500 grammi di insetti senza nemmeno saperlo, ma non è finita qua, secondo quanto riporta uno studio del Centro per lo Sviluppo Sostenibile e dall’Università Iulm di Milano:Ogni anno gli italiani consumano 500 grammi di insetti senza saperlo. Basti pensare all’aranciata con i moscerini, la cioccolata con 8 pezzetti di insetti, fino all’ insalata, passate di pomodoro e succhi di frutta. Ci sono poi insetti che finiscono nel cibo durante il processo di lavorazione e di cui non abbiamo assolutamente idea: uova di mosca che possono essere presenti nei succhi oppure larve fra piselli e verdura congelata”.
Davvero un particolare curioso che sa questo momento in poi, ci farò davvero dubitare di qualsiasi cosa ci troveremo a mangiare.