Il caro benzina non cambia i sondaggi: vola Fdi, ecco chi sale e chi scende

Le nuove misure e il caos sugli aumenti dei carburanti non intaccano la leadership di Giorgia Meloni: dai sondaggi arriva un quadro chiaro. Ecco chi sale e chi scende nei dati di Swg.

Gli elettori premiano i primi mesi di lavoro svolti dal governo Meloni. Nei sondaggi FdI mantiene la leadership nonostante le prime grane da risolvere.

Sondaggi Meloni notizie.com 01172023
Giorgia Meloni, premier e leader di Fdi che vola nei sondaggi elettorali (Ansafoto) notizie.com

L’incontro promosso dopo l’annuncio dello sciopero dei benzinai è stato gestito con un decreto che ha frenato le polemiche, e il partito resta stabile al 31,3% nei sondaggi. Emerge questo dalle proiezioni Swg pubblicate da La7, che ogni settimana offre un quadro preciso delle intenzioni degli elettori. Niente scossoni quindi nel primo partito in Italia, ma novità importanti per quel che riguarda gli altri schieramenti che fanno parte della maggioranza.

La Lega di Matteo Salvini perde infatti lo 0,2% assestandosi all’8,3% dei consensi, ma va peggio a Forza Italia. Il partito di Silvio Berlusconi sarebbe, almeno secondo i sondaggi, al 6,4%. Si registra infatti un calo di mezzo punto percentuale rispetto all’ultima rilevazione che resta un fattore da tenere in considerazione.

Sondaggi elettorali, chi sale e chi scende

Berlusconi e Meloni
Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni, Forza Italia scende nei sondaggi mentre Fdi si mantiene saldamente al comando (Ansa Foto) Notizie.com

Non ci sono solo Lega e Forza Italia in discesa dopo l’ultimo sondaggio fornito da La7. Anche il Movimento 5 Stelle avrebbe perso lo 0,1% dei consensi, e si assesterebbe ora al 17,6% delle preferenze. Sale invece il Pd, forse per effetto delle prime mosse di Bonaccini che si candida insieme all’ex eurodeputata ed ex vice proprio di Bonaccini alla Regione, ad Elly Schlein, all’ex ministra Paola De Micheli e al deputato Gianni Cuperlo a guidare il partito dopo le primarie del 26 febbraio.

Il Partito Democratico avrebbe guadagnato lo 0.2% e sarebbe adesso al 14,2% delle preferenze da parte degli elettori. Sale anche Azione-Italia Viva. Rispetto all’ultima rilevazione dei partiti di Renzi e Calenda arriva uno 0,3% in più, che fa registrare il 7,8% delle preferenze. Resta stabile invece +Europa al 3,0%, e lo stesso dato arriva in riferimento a Verdi e Sinistra, al momento al 3,7%.