Andrà a processo per partite truccate, ma continua a segnare in Premier

E’ andato a segno anche nel boxing day, undicesima volta in stagione, peccato che su di lui pesino delle accuse pesanti, presunte scommesse su 262 partite

Ivan Toney, l’attaccante indiscusso protagonista della stagione del Brentford, ha siglato il suo 11esimo gol in Premier League nel turno del Boxing Day. La sua rete sembrava mettere al sicuro la vittoria per le Bees, ma nel finale di gara la rimonta del Tottenham di Antonio Conte ha fissato il punteggio sul 2-2.

Uno scandalo scommesse sta sconvolgendo la Premier League – Ansa foto

L’attaccante del Brentford ha già realizzato 11 reti in 17 partite nella massima divisione inglese, soltanto Erling Haaland, il bomber del Manchester City e Harry Kane del Tottenham, hanno fatto meglio di lui in questa prima parte di stagione.

Un bomber sotto processo

Oggi la Premier League ha fatto ufficialmente ripartire il calcio europeo dopo la parentesi dei mondiali in Qatar, con il classico Boxing Day che vede in campo tutte le squadre del campionato inglese. La prima in assoluto della giornata, giocata all’ora di pranzo, vedeva il Brentford e il Tottenham Hotspurs di Antonio Conte. Una partita rocambolesca con la rimonta arrivata nel finale dai londinesi andati sotto di due gol già nel primo tempo grazie a un’altra prestazione sopra le righe di Ivan Toney giunto, con quello di oggi, all’undicesimo gol della stagione. Una prima parte di campionato da bomber vero quella dell’attaccante inglese che nella classifica dei marcatori è preceduto soltanto da Haaland e Kane, ma che potrebbe essersi già conclusa con netto anticipo. “Ivan Toney è stato accusato di cattiva condotta in relazione a presunte violazioni delle regole sulle scommesse della FA, questo il comunicato ufficiale di qualche giorno dalla Football Association.

Ivan Toney attaccante del Brentford – Ansa foto

I fatti risalgono ad alcuni anni fa

L’attaccante è infatti accusato dalla FA di aver scommesso, pratica ovviamente assolutamente vietata non soltanto in Inghilterra, su ben 262 partite tra il 2017 e il 2019, ai tempi in cui militava in League One. Ora sarà chiamato a rispondere alle accuse entro il 4 gennaio, e rischia un’interdizione che potrebbe durare anche più di 3 mesi. Il Brentford e il suo allenatore Franck hanno preso le parti del giocatore e lo dimostra il fatto che Toney sia partito da titolare nella sfida di oggi. “Penso che non puoi mai essere sicuro di nessun giocatore perché non puoi mai sapere al 100% cosa sta succedendo nella sua testa. Ma se c’è un giocatore che credo sia mentalmente abbastanza forte da affrontare tutto ciò che lo circonda, è Ivan. È un personaggio straordinario in questo senso. Sono convinto che vorrà uscire e parlare di calcio con la sua prestazione di oggi

Queste parole erano state le parole del mister nella conferenza stampa di presentazione della partita contro gli Spurs. Il giocatore ha dovuto subire comunque la reazione dell’opinione pubblica, anche sull’opportunità di essere comunque schierato nell’undici titolare del Brendtford. Oggi ad esempio i supporters degli Spurs ci sono andati giù pesanti con cori tipo: “Toney, dacci le quote”, ma il giocatore ha risposto da par suo siglando ancora un gol fondamentale per la sua squadra.

Impostazioni privacy