Giappone addio al mondiale, ma con un saluto speciale

La Nazionale giapponese si è contraddistinta, anche in questa edizione della Coppa del Mondo, per come lasciava gli spogliatoi a fine gara

Il Giappone si è reso protagonista di un mondiale incredibile dove è riuscita a ottenere una storica qualificazione alla fase a eliminazione diretta, dopo due straordinarie vittorie nella fase a girone contro la Germania e contro la Spagna. Il sogno si è infranto contro la Croazia negli ottavi di finale soltanto ai calci di rigore.

La Nazionale giapponese sconfitta ai rigori dalla Croazia – Ansa foto

Lo stile di vita del popolo giapponese è improntato all’assoluto rispetto del prossimo e ancora una volta ne abbiamo avuto un saggio proprio in questa edizione della Coppa del Mondo. I tanti tifosi del Sol Levante al termine delle partite pulivano il loro settore dedicato dello stadio raccogliendo ogni cosa, ma la squadra non è stata da meno.

Onore ai nuovi “Samurai”

Un cammino incredibile per la Nazionale Giapponese in questa edizione del mondiale che si sta svolgendo nel paese arabo. Arrivata alla fase finale con merito, ma inserita in un girone di ferro, è riuscita meritatamente a qualificarsi alla fase a eliminazione diretta dopo aver ottenuto due storiche e altrettanto clamorose vittorie contro nazionali di livello mondiale come la Germania e la Spagna. Una volta arrivati agli ottavi di finale, il sogno è stato bruscamente interrotto soltanto dopo i calci di rigore contro la Croazia. Resta comunque, quella dei nuovi Samurai, una grande impresa che verrà ricordata a lungo nella terra del Sol Levante, per una squadra che ha ispirato da subito simpatia. Un popolo, quello giapponese, che anche dopo l’eliminazione non ha smesso di stupire il pubblico di tutto il mondo, così come gli organizzatori dell’evento.

Spogliatoi puliti e un regalo inaspettato

Un’abitudine ormai tanto bella quanto rara, così come era accaduto anche nell’edizione del 2018 in Russia. Ancora una volta il Giappone ha dato l’esempio e, dopo la vittoria storica contro la Germania nel primo match di questi mondiali, ma anche dopo le altre partite, ha lasciato gli spogliatoi in uno stato impeccabile, come risulta da una foto postata dalla Fifa sui social network. Armadietti svuotati, pavimento e panche perfettamente puliti, asciugamani piegati e bottiglie non utilizzate in perfetto ordine “dopo una vittoria storica contro la Germania in Coppa del Mondo i tifosi giapponesi hanno pulito i rifiuti nello stadio, mentre i loro giocatori hanno lasciato così il loro spogliatoio del Khalifa International Stadium. Impeccabile. Domo Arigato, questo il messaggio della FIFA a corredo della foto.

Lo spogliatoi lasciati in perfetto ordine dalla delegazione giapponese –

Ma dopo la sconfitta cocente contro la Croazia l’intero staff giapponese si è superato perché, dopo aver ancora una volta sistemato lo spogliatoio in maniera impeccabile, ha voluto anche lasciare sul tavolo posizionato al centro dello spogliatoio 11 gru origami, che simboleggiano gratitudine e spirito di squadra, ma anche un augurio di salute, felicità e di prosperità nei confronti dell’avversario. Il Giappone, inoltre, ha lasciato anche un messaggio di ringraziamento per l’accoglienza ricevuta, scrivendo la parola “grazie” sia in giapponese sia in arabo, scritto su un semplice foglio di carta.