Lazio, Renzi fa sognare i tifosi: l’incredibile rivelazione su Al Thani

Il leader di Italia Viva, noto sostenitore della Fiorentina, ha raccontato un aneddoto relativo all’attuale presidente del Psg. Le sue parole hanno generato subito un grande entusiasmo nel mondo biancoceleste

Non c’entra niente con la Lazio, la sua fede calcistica è notoriamente color viola della Fiorentina. Matteo Renzi, però, è riuscito con una brevissima dichiarazione a far sognare tutti i tifosi biancocelesti. Il leader di Italia Viva lo ha fatto nel corso di un’intervista a Tv Play, in cui ha rivelato il particolare retroscena: “L’Emiro e capo del Qatar Al Thani, proprietario del Psg, è un grandissimo tifoso della Lazio“.

Al Thani
Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, noto sostenitore della Fiorentina, ha raccontato un aneddoto relativo all’attuale presidente del Psg Al Thani (Ansa) – Notizie.com

Parole che poi sono state ulteriormente argomentate dall’ex sindaco di Firenze: “È degli anni Ottanta ed è cresciuto proprio quanto la Lazio vinceva lo Scudetto nel 2000. Chiesi a Lotito la maglia e gliela feci avere, con le firme di tutti i giocatori. Ogni anno adesso chiede la maglia“.

Lazio, Renzi e il retroscena su Al Thani

Una rivelazione fatta a battuta, ma che di certo non ha lasciato indifferenti i tifosi della Lazio, che sui social network hanno iniziato a invocare, tra il serio e il faceto, l’arrivo di Al Thani in società. D’altronde il 41enne Tamim bin Hamad Al Thani è uno degli uomini più ricchi e potenti del mondo, che nel calcio ha investito una grande quantità di denaro. Un sogno, insomma, per i sostenitori biancocelesti.

Matteo Renzi
Le parole di Renzi hanno generato subito un grande entusiasmo nel mondo biancoceleste (Ansa) – Notizie.com

Sempre in tema sportivo, poi, Renzi ha anche parlato della rateizzazione delle società sportive, emendamento richiesto in Parlamento dallo stesso Lotito: “I club devono imparare a gestire i bilanci, non a battere cassa allo Stato. Lotito mi dice che sono di parte perchè tifo Fiorentina, ma il punto è che se un giocatore preferisce l’Inghilterra all’Italia è perchè i diritti tv sono 10-11 volte maggiori e qui c’è gente che invece di risolvere i problemi vuole farsi fare gli emendamenti in Parlamento”.

Impostazioni privacy