Obbliga la moglie a prostituirsi, blitz della polizia: indagato un uomo

Obbliga la moglie a prostituirsi in un B&B della zona, indagato l’uomo: quest’ultimo aveva molti precedenti alle spalle

Obbliga la moglie a prostituirsi, arrestato
Polizia (Ansa Foto)

Una vicenda che lascia tutti decisamente senza parole quella che arriva direttamente dal nostro Paese. Ci troviamo a Roma dove un uomo di 37 anni è stato beccato dalle forze dell’ordine. A quanto pare lo stesso è una vecchia conoscenza della polizia. Motivo? Alle spalle ha già alcuni precedenti penali. Andiamo con ordine e spieghiamo cosa è successo. Il protagonista (assolutamente in negativo) si chiama Ionut T. ed è di nazionalità rumena.

Quest’ultimo ha pubblicato su internet alcune foto pornografiche della moglie. Non solo: le organizzava degli incontri sessuali, a pagamento, in un B&B nei pressi della stazione Termini. Le accuse nei suoi confronti sono molto gravi visto che si parla di sfruttamento alla prostituzione. Insomma, obbligava la donna a prostituirsi con gente sconosciuta. Massaggi piccanti in cambio di soldi ed anche immagini in biancheria intima.

Con il solo scopo di pubblicizzare l’annuncio postato sulla chat di incontri. Era tutto studiato in ogni minimo dettaglio da parte dell’uomo. Dopo che la stessa compiva gli atti doveva consegnare i soldi ricevuti proprio dai clienti. Soldi che usava per le faccende domestiche, acquisti al supermercato ed anche al pagamento delle bollette.

Obbligava la moglie a prostituirsi, a processo il marito

Obbliga la moglie a prostituirsi, indagato
Polizia (Ansa Foto)

A riportare la notizia è stato il quotidiano ‘Il Messaggero‘. In un primo momento anche la moglie dell’uomo è stata indagata. Subito dopo, però, è stata scagionata dalle accuse. Non aveva mai avuto il coraggio di denunciare quello che doveva subire. Tanto è vero che nel periodo della pandemia, ovvero il 2020, ha incontrato molti clienti in un B6B di via Giolitti. A scoprire questi movimenti “particolari” sono stati gli agenti del commissariato Esquilino.

Questi ultimi hanno effettuato un controllo nell’attività. Solamente per capire se stavano rispettano le normative per prevenire il contagio da Covid. Non è finita qui visto che alla Questura sono arrivate molte segnalazioni che avvisavano di questo movimento di persone. Tanto è vero che le forze dell’ordine, non hanno voluto perdere tempo, sono andati a controllare. Nell’appartamento sono state trovate banconote.