16enne violentata, svolta nelle indagini: ci sono due fermi

Svolta nelle indagini sulla presunta violenza sessuale nei confronti di una ragazza di 16 anni. Ci sono due fermi. Le ultime.

Le indagini sulla violenza sessuale nei confronti di una ragazza di 16 anni in provincia di Siena potrebbero essere arrivate ad una svolta importante. Come riportato dall’Adnkronos, la Squadra Mobile ha fermato due cittadini albanesi accusati di aver abusato della giovane.

Polizia Siena
La Polizia ha individuato i presunti responsabili di una violenza sessuale – Notizie.com – © Ansa

Secondo le prime ricostruzioni fatte dagli inquirenti, i due avrebbero approfittato dello stato di ubriachezza della ragazza e abusato di lei all’interno di un’auto parcheggiata non distanze da un noto locale della Valdelsa. Subito dopo la violenza, la giovane sarebbe stata accompagnata nei pressi dell’abitazione in condizioni psicofisiche pessime.

Indagini che hanno portato la Procura di Siena ad emettere un mandato di custodia cautelare nei confronti dei due cittadini albanesi. Ora i fermati si trovano in carcere in attesa di essere trasferiti ai domiciliari presso le rispettive abitazioni, con l’applicazione del braccialetto elettronico.

La nota della Questura

Polizia
Le indagini hanno permesso di individuare i due responsabili della violenza – Notizie.com – © Ansa

A confermare l’arresto dei due cittadini albanesi è stata direttamente la Questura con una breve nota stampa riportata sempre dall’Adnkronos. Nel comunicato è precisato che “l’emissione delle due misure è conseguente alla meticolosa ricostruzione dei fatti avvenuta tramite l’attenta visualizzazione di oltre cento ore di filmati estrapolati dai vari circuiti di videosorveglianza della zona interessata“.

Le attività che hanno impegno giorno e notte gli uomini e le donne del Commissariato di Poggibonsi per diversi giorni – si precisa ancora in questa nota – hanno permesso di individuare i due indagati e di ricostruire i fatti“. Si tratta naturalmente di una svolta importante per l’inchiesta, ma anche per la ragazza, che può mettere la parola fine a questo incubo.