Mondiali Qatar, Gene Gnocchi: “Un spot per il basket! C’è un problema negli stadi…”

Il comico ha commentato le prime partite: le sue battute hanno fatto ridere il web. Un po’ come il portiere della Nazionale di casa.

I Mondiali di calcio, uno spot perfetto per il… basket. Freddure di Gene Gnocchi, non troppo convinto dalle prime partite del torneo in Qatar, iniziato domenica pomeriggio con la sfida tra l’Ecuador e la Nazionale padrona di casa.

Gene Gnocchi Qatar
Gene Gnocchi ha commentato l’inizio dei Mondiali in Qatar: “Sono un grande spot per il… basket” (Ansa Foto)

Subito un errore clamoroso da parte del portiere qatariota, ha spalancato le porte (anzi, la porta) alla vittoria dei sudamericani: 2-0 con doppietta di Valencia. Non è stato l’unico errore tecnico visto in questi giorni. Gene Gnocchi, intervistato da Adnkronos, ha confidato le impressioni iniziali: “Beh, dal punto di vista dell’appeal tecnico, la prima partita può essere usata nelle scuole per invogliare i bambini a darsi al basket, ha detto il comico. Tono dissacrante come al solito.

La mascotte peggio di “Ciao” di Italia 90

Gene Gnocchi
Gene Gnocchi ha scherzato e criticato anche la mascotte dei Mondiali in Qatar: “Peggio di quella di Italia 90, non era facile!” (Ansa Foto)

“La mascotte dei Mondiali – ha proseguito – ci ha consentito di rivalutare anche quell’obbrobrio che era ‘Ciao’ di Italia 90. Non era pensabile che si potesse fare una cosa più brutta di quella lì, invece ci siamo riusciti!”. Durante la cerimonia di inaugurazione, tra l’altro, sul terreno di gioco sono entrate tutte le mascotte della storia dei Mondiali, compresa quella scelta nel 1990 per l’edizione svolta in Italia. Gene Gnocchi ha un’ultima battuta pronta: “C’è un problema a livello di agibilità degli stadi. Ogni volta che un calciatore non prende la palla e zappa il terreno trova un giacimento di gas”.