Qatar 2022: ecco tutto quello che è assolutamente vietato fare

I Mondiali di calcio 2022 in Qatar sono all’insegna dei divieti e l’elenco tra merci proibite e comportamenti da rispettare è veramente lungo

Che l’edizione numero 22 della Coppa del Mondo in Qatar sarebbe stata particolare e anomala lo sapevamo già quando nel 2010 la FIFA scelse tra tutte le candidate proprio il paese mediorientale, ma ora che siamo arrivati al calcio d’inizio della manifestazione, i tanti divieti £”consigliati” per chi è al seguito delle varie nazionali destano ancora più sorpresa e indignazione.

E’ iniziato il mondiale dei divieti in Qatar –

Saranno 32 le squadre che si contenderanno il titolo mondiale, la manifestazione che si giocherà per la prima volta in Medio Oriente, si disputerà dal 20 novembre al 18 dicembre. Per la seconda edizione consecutiva mancherà la Nazionale italiana che non si è riuscita a qualificare neanche con i playoff.

Il lato oscuro di una scelta

Il lato oscuro di una scelta senso da parte della FIFA è oramai emersa in tutta la sua scelleratezza. Dai campionati nazionali fermati per due mesi per permettere di disputare le gare in un clima più umano, ai tifosi figuranti a pagamento scritturati dall’organizzazione per mostrare al mondo gioia e partecipazione. Per arrivare ai dati sui morti sul lavoro nella costruzione degli impianti che insieme alle violazioni dei diritti umani rendono il Paese ospitante spaventoso agli occhi del resto del mondo. Ma ora che tutto sta per cominciare arrivano delle imposizioni vere e proprie dalle autorità qatariote che rendono ancora più buio il panorama.

Il mondiali delle imposizioni

Ci sono cose che si possono fare e cose che in Qatar sono illegali. I tifosi che si troveranno in Qatar per vedere dal vivo i Mondiali di calcio 2022 devono rispettare alcune regole, pena il carcere. L’associazione RYR Qatar, un’associazione privata e non riconosciuta dalle autorità per il turismo del Qatar, ha fatto circolare una scheda per tutti i turisti, i tifosi e in generale tutti coloro che provengono dalla cultura occidentale sul come comportarsi nel paese per non andare incontro a problemi. E a pochi giorni dall’inizio del mondiale è stata confermata l’indiscrezione proprio dell’associazione sul divieto assoluto di bere alcolici, birra compresa, all’interno degli stadi. Bere nelle aree non consentite ed è severamente vietato e comporta una multa fino a 800 euro e il carcere fino a sei mesi.

Un decalogo di divieti per i tifosi in Qatar –

Un decalogo di divieti

Sono vietati i rapporti sessuali occasionali consenzienti, non è possibile scambiare gesti di intimità in pubblico, basta anche una semplice carezza per essere considerata di troppo, indipendentemente da genere e orientamento sessuale. Allo stesso modo l’uso di linguaggio o gesti osceni può essere un reato punibile con una pena detentiva o una multa. E’ assolutamente vietato importare nello stato mediorientale alcol, materiale pornografico, libri e altri materiali religiosi, alimenti a base di carne di maiale. Tutto ciò che riguarda la droga può arrivare ad essere punito con la pena di morte, e poi c’è la questione omosessuali ai quali sarà assolutamente vietato relazionarsi liberamente in pubblico, tutti gli atti considerati osceni, infatti sono vietati e soggetti a procedimenti penali. La coppa del Mondo dovrebbe essere una grande festa quasi sicuramente per chi avrà l’ardire di recarsi in Qatar sarà soltanto un percorso ad ostacoli.