Il giornalista Bargiggia attacca i tifosi della Roma, loro rispondono: è bufera social

Botta, risposta, replica e ancora risposta. E’ ormai guerra aperta tra l’ex cronista di Mediaset e parte della tifoseria romanista

Continua senza sosta il botta e risposta tra il giornalista Paolo Bargiggia e i tifosi della Roma. Quando deve parlare della Roma, l’ex direttore di Mediaset non si tira indietro e avanza senza avere alcun timore. Dopo la crociata, iniziata già lo scorso anno, contro Josè Mourinho ora l’ex giornalista di Mediaset attacca duramente anche i tifosi giallorossi, ma quest’ultimi hanno risposto con uno striscione pesante nei suoi confronti.

Lo striscione
LO striscione contro Paolo Bargiggia

Una polemica un po’ pesante visti gli aggettivi che ha usato il giornalista che nel suo tweet scrisse: “Nella mia personalissima classifica del tifoso beota, zerbino e acefalo, per ora quelli della Roma che venererebbero Mourinho anche se facesse un attentato kamikaze, al pari dei soldati del Califfato, sono in testa nettamente. Avanti tutta!”

E’ un tutti contro Bargiggia

Josè Mourinho – Lapresse –

E davanti a simile reazioni non potevano restare fermi e inermi i tifosi giallorossi che hanno deciso di rispondere con uno striscione: “Nel bene e nel male lasciali parlare, avanti mister. Bargiggia maiale”, la dedica dei tifosi romanisti, almeno una parte che si firma Asr Tevere. E sui social sono fioccaano le reazioni, queste alcune tra le meno volgari: “Dopo la tranvata dello scorso anno ( che ovviamente hai minimizzato) ancora parli di Mourinho?”, oppure: “I primi 3 aggettivi con cui hai descritto la nostra tifoseria ti rappresentano nella miglior maniera” e ancora: “Vabbè ma anche lei è per noi in testa alla classifica dei giornalisti sportivi più incompetenti, pertanto il suo parere sul nostro tifo non ci tange minimamente”.

C’è anche chi scrive: “Non sono d’accordo… a due mesi ormai, il milanista si sta ancora chiedendo come sia possibile che Simeone si sia girato e non parliamo degli juventini che nella rimonta non si so ancora accorti che alla prima non hanno recuperato un punto che sia uno