Covid, in Cina torna l’incubo: lockdown e negozi chiusi

In Cina la situazione relativa al Covid continua nuovamente a fare paura. I contagi si stanno alzando nuovamente. Molte le attività che sono state fatte chiudere temporaneamente

Scuole e ristoranti chiusi in Cina
Cina, torna l’incubo del Covid (Ansa Foto)

Sembra proprio che questa luce in fondo al tunnel sia ancora lontana. Troppo lontana. Torna nuovamente l’incubo Covid. Proprio da dove tutto ha avuto inizio: la Cina. Nel Paese dell’Asia Orientale la situazione non è affatto delle migliori. Anzi, proprio in questi giorni i contagi stanno nuovamente aumentando. Basti pensare che nelle ultime 24 ore si è registrato un nuovo record relativo alle persone risultate positive.

Altri 28mila nuovi contagi nella giornata di ieri. Solamente 16mila di questi solo nella provincia di Guangdong. Anche a Pechino non se la stanno passando affatto bene. Se nella giornata di domenica i nuovi contagi erano di 621 persone adesso il numero non è che è raddoppiato: di più. Sono, purtroppo, 1.438 le persone che hanno contratto il virus. Tanto è vero che le autorità della Capitale non hanno potuto fare altro che prendere dei seri provvedimenti in merito.

Covid, in Cina la situazione precipita: scuole e ristoranti chiusi

Scuole e ristoranti chiusi in Cina
Cina, torna l’incubo del Covid (Ansa Foto)

Come riportato in precedenza una situazione che precipita in Cina. Tanto è vero che i vertici alti cinesi hanno deciso di prendere seri provvedimenti. Tra questi quelli di chiudere: ristoranti, palestra e scuole. Gli studenti continueranno le lezioni in modalità “online”. Stesso discorso vale anche per molti lavoratori con lo “smart working“.

Proprio a Pechino, a distanza di mesi, si sono iniziati a registrare i primi morti per Covid. Non accadeva da maggio. Tre le persone anziane che hanno perso la vita. Avevano malattia pregresse. Questo è quello che fanno sapere le autorità sanitarie. Quasi due settimane fa la Cina aveva allentato alcune restrizioni.