Bolsonaro deposita documento al Tribunale: “Ho le prove, annullate le elezioni”

Dopo settimane di silenzio, il presidente in carica e sconfitto di misura da Lula esce allo scoperto per chiedere di cancellare il voto

Clamoroso in Brasile. “Le elezioni sono da annullare, ci sono delle difformità ho le prove”. L’accusa è pesante. Il presidente Jair Bolsonaro (PL) e il presidente del PL, Valdemar Costa Neto, hanno depositato presso il Tribunale elettorale superiore (TSE) alcuni documenti per chiedere l’annullamento dei voti espressi nei modelli di urne UE2009, UE2010, UE2011, UE2013 e UE2015 nel secondo turno elettorale del 30 ottobre 2022. L’accusa è di quelle pesanti, ovvero che ci sono state, secondo il presidente Bolsonaro e i suoi collaboratori, delle “non conformità irreparabili malfunzionanti” in questi modelli di macchine usate per il voto.

Il presidente
Il presidente del Brasile Bolsonaro (Ansa)

Un documento importante firmata dall’avvocato Marcelo Luiz Ávila de Bessa, la rappresentanza cita il rapporto di verifica tecnica realizzato dall’Instituto Voto Legal (IVL), assunto dal PL, che avrebbe trovato “prove coerenti di malfunzionamento delle macchine per il voto elettronico”. I presunti problemi sarebbero stati registrati nel file “log delle urne”, che configura “il vero codice identificativo della macchina per il voto elettronico”.

IN AGGIORNAMENTO….