Arabia Saudita, terribile infortunio per Al-Shahrani [VIDEO]

Nel corso della vittoria dell’Arabia Saudita contro l’Argentina c’è da registrare il terribile infortunio che ha visto come vittima il calciatore Yasser Al-Shahrani [VIDEO]

Infortunio tremendo per Yasser Al-Shahrani
Infortunio Yasser Al-Shahrani (Foto LaPresse)

Sulla carta si possono fare tutti i pronostici del mondo. Ricordiamoci sempre che il “pallone è rotondo” e tutto può succedere. Nel match di questa mattina, alle ore 11, è successo quello che nessuno si sarebbe mai aspettato. La favoritissima Argentina perde clamorosamente contro l’Arabia Saudita nel primo match del ‘Mondiale’ in Qatar del ‘Gruppo C’. I sauditi rimontano lo svantaggio iniziale (Messi su rigore) nel secondo tempo: in meno di dieci minuti risolvono la situazione con due eurogol di Al-Shehri e Al Dawsari. 

Dei gol alla ‘Messi’. Gli avversari dell’Albiceleste hanno meritato la vittoria visto che hanno impostato il loro gioco. Anche se, in alcuni casi, in maniera decisamente violenta: lo dimostrano i sei cartellini gialli nell’arco del match. Tanto è vero che questa foga è stata messa in atto anche tra calciatori della stessa squadra. In particolar modo, nel recupero del secondo tempo, che ha visto come protagonisti il portiere Al Owais ed il difensore Al Shahrani. Ad avere la peggio quest’ultimo che è uscito fuori in barella.

Arabia Saudita, terribile ko per Al-Shahrani [VIDEO]

Un impatto terribile quello dell’estremo difensore e del calciatore con una capigliatura alla ‘Marcelo’ (ex Real Madrid). Durante i minuti di recupero (assegnati 8, ma durati sei in più per via della perdita di tempo di questo infortunio) il portiere esce alla disperata e con una ginocchiata colpisce in pieno volto il terzino sinistro. Una botta tremenda quella subita dal calciatore che, successivamente, sbatte con il capo sul terreno di gioco.

Paura tra i calciatori di entrambe le squadre visto che l’impatto è stato davvero violento. Il portiere ha immediatamente chiamato lo staff sanitario per le cure del caso con le mani sul volto. Segno del fatto che aveva a dir poco esagerato. Il difensore, qualche minuto dopo, pare che abbia ripreso conoscenza ed è stato trasportato fuori in barella tra gli applausi dei suoi tifosi. A questo punto resta da capire se sarà disponibile negli altri match contro Polonia e Messico.