Mondiali Qatar, la fuga di Valencia: quando finse un malore per evitare l’arresto – VIDEO

L’ecuadoriano nel 2016 si era reso protagonista di una vicenda surreale. Una scena comica davanti ai tifosi: gli agenti inseguirono la sua ambulanza.

Un dribbling in “macchina”. Enner Valencia, mattatore assoluto della partita inaugurale dei Mondiali in Qatar, verrà sicuramente ricordato per la doppietta decisiva contro i padroni di casa. Un gol su rigore, l’altro di testa. Nella sua carriera, tra i gesti tecnici da ricordare, c’è però anche uno slalom speciale per scappare alla polizia.

Enner Valencia
Enner Valencia provò a sfuggire all’arresto fingendo un malore durante una partita contro il Cile (Twitter)

L’episodio risale al 2016, precisamente al 6 ottobre. Nel finale di una gara disputata a Quito contro il Cile (qualificazioni ai Mondiali 2018) aveva simulato un grave infortunio per evitare l’arresto a causa dei mancati alimenti versati alla figlia. Si parlò di un buco da circa 17mila dollari, le volanti si erano presentate a bordo campo per fermarlo. Da lì lo stratagemma a match in corso: fingere di aver accusato un malore per abbandonare lo stadio grazie all’intervento dei sanitari. Per evitare le manette fu necessario il sostegno di un avvocato che successivamente riuscì a raggiungere un accordo a sua tutela. Oggi, dopo le due reti siglate al Qatar, è tornata alla ribalta la vicenda che lo vide coinvolto 6 anni fa.

La maschera d’ossigeno e l’ambulanza inseguita dagli agenti

Enner Valencia
Enner Valencia ha realizzato una doppietta nella partita d’apertura dei Mondiali proprio contro il Qatar. Riviene in mente la sceneggiata del 2016… (Twitter)

Al momento dell’arrivo allo stadio, tra l’altro, Valencia aveva evitato l’arresto per merito dei compagni che lo avevano protetto (praticamente nascondendolo). Poi durante la partita la mossa “geniale”: maschera per l’ossigeno sul viso e terreno di gioco lasciato in ambulanza, inseguita subito dagli agenti. Una scena comica sotto gli occhi dei tifosi. Increduli anche i commentatori tv. Una storia che il calciatore è riuscito a mettersi alle spalle. Anzi, nella sfida con il Qatar è tornato a essere protagonista in senso positivo. Al triplice fischio ha così commentato la vittoria: “Abbiamo lavorato duro per farci trovare pronti. Volevamo prenderci questa partita, è un girone difficile. Abbiamo affrontato la Nazionale padrona di casa, siamo riusciti a conquistare i 3 punti”, ha detto ai microfoni della Rai.