Fiorello e quel simpatico aneddoto che riguarda la Meloni [VIDEO]

Rosario Fiorello racconta di un simpatico episodio che vede come protagonista proprio il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni. Un aneddoto che risale a tantissimi anni fa

In attesa del suo nuovo programma ‘Viva Rai 2‘ Rosario Fiorello diverte il pubblico e glia ascoltatori italiani con la sua trasmissione mattutina in ‘Aspettando Viva Rai 2’. Proprio negli ultimi giorni lo showman siciliano ha raccontato di un simpatico aneddoto che riguarda la premier Giorgia Meloni. In primis, però, l’ha voluta difendere in merito agli ultimi attacchi che la nativa di Roma ha ricevuto.

Rosario Fiorello racconta di un simpatico aneddoto che riguarda la Meloni
Rosario Fiorello (Ansa Foto)

Ovvero per il motivo che ha scatenato tantissime polemiche sui social network: l’aver portato a Bali, durante il G20 in Indonesia, la figlia Ginevra. Il conduttore non ci sta ed ha spezzato una lancia in suo favore. Ovviamente con la solita ironia che lo contraddistingue. Queste sono state alcune delle sue parole: “Qui destra o sinistra non c’entra. Qui c’è del mammismo, del femminismo, sessismo.

Non puoi polemizzare quando per anni si è detto che la mamma non deve fare per forza solo la mamma. La mamma può lavorare al contempo. È quello che ha fatto Giorgia Meloni. Fa la madre e dice: “Io mia figlia la porto con me”. Quante volte i vostri genitori vi hanno detto: “Andiamo a Bali?”, a me mai. Non è l’unica, altri capi di Stato si sono portati la famiglia. Draghi non si portava Di Maio?“.

Fiorello e l’aneddoto sulla Meloni: “Era la babysitter di Olivia” [VIDEO]

La Meloni, poco prima di diventare quella che è adesso, ha fatto tantissima gavetta. Per mantenersi gli studi ha fatto anche da babysitter. E sapete a casa di chi andava? Proprio in quella di Fiorello visto che si prendeva cura di Olivia (che adesso compirà trent’anni). “Io sono Rosario, ti ricordi di me?

Giorgia ha fatto da tata alla mia figlia più grande, Olivia. E’ stata bravissima come tata. Se ti dovesse capitare un altro G20, io vengo lì, prendo tre euro l’ora e faccio io da tato a Ginevra quando tu vai in giro. Tre euro e vengo, sarò il tuo depu-tato“.