Buffon annuncia suo erede e la favorita per la vittoria della Serie A

In occasione della pausa dei campionati europei, per lasciare spazio al Mondiale, Gianluigi Buffon ha rilasciato una intervista ai microfoni di ‘Radio Anch’io lo Sport’ su Radio Rai

Di appendere i guantoni al chiodo non ne ha alcuna intenzione. Anzi, nonostante il contratto con il Parma scada il 30 giugno del 2024 sta pensando ancora di andare avanti. Gianluigi Buffon continua a divertirsi con la maglia dei ducali. Proprio da dove tutto ha avuto inizio fino ad arrivare a vincere trofei importanti ed anche una Coppa del Mondo. In occasione della pausa dei campionati per lasciare, appunto, il posto al Mondiale in Qatar l’estremo difensore ha rilasciato delle importanti dichiarazioni ai microfoni di ‘Radio Anch’io lo Sport‘ su Radio Rai.

Gianluigi Buffon svela la favorita per la vittoria del campionato
Gianluigi Buffon (Foto LaPresse)

Il portiere sta vivendo una stagione da secondo visto che non è considerato la prima scelta del proprio allenatore. Lui questo lo sa bene e quando verrà chiamato in causa si farà trovare pronto. Quando gli è stato chiesto un pensiero sulla “sua” Juventus il nativo di Carrara non si è tirato indietro: “Quando ripartirà il campionato i bianconeri sono una squadra da tenere d’occhio. Con la rosa che hanno possono far paura. Rimonta? Parola difficile. Solamente in due casi può accadere: che la Juve dia continuità a risultati e che il Napoli si inceppi“.

Anche se sugli azzurri ha potuto spendere solamente parole di elogio: “Vedendo il Napoli di questi ultimi mesi sembra una macchina inarrestabile e perfetta. Penso che a Napoli, e in Spalletti, vi sia una gioia di sciorinare calcio e una consapevolezza di essere forti che altre volte non ho visto“. Per ‘Gigi’ una lotta a due per la vittoria del campionato.

Buffon ed i suoi possibili eredi: ecco tutti i nomi

Gianluigi Buffon svela la favorita per la vittoria del campionato
Gianluigi Buffon (Foto LaPresse)

Ovviamente non si è potuto non discutere anche dei suoi possibili eredi. Magari che possano scrivere pagine importanti non solo con la Nazionale (Donnarumma permettendo), ma anche a livelli palcoscenici importanti. “Ad alcuni di loro è stata data la possibilità di giocare e sbagliare. Mi vengono in mente Vicario e Provedel della situazione. Sono cresciuti di età e maturità“.

Non è finita qui visto che la lista si allunga ulteriormente: “C’è anche Meret che a Napoli sta facendo una stagione straordinaria. Nell’ultimo mese è tornato anche Carnesecchi: è da tenere in considerazione. Il serbatoio sembra bello gravido“. In conclusione un commento sulla Nazionale, sconfitta nell’amichevole di ieri sera contro l’Austria: “Non si può dare un giudizio sulla base dell’importanza della partita di ieri sera. Penso che Mancini abbia voluto fare delle prove. Dare giudizi negativi sarebbe fuorviante“.