Mondiali Qatar: per le stelle c’è una favorita assoluta, ma…

Secondo quanto riferisce Sport Astrology c’è una nazionale che più di ogni altra ha chance di vincere il Mondiale in Qatar

Prende il via il Mondiale 2022, probabilmente l’edizione più discussa di sempre, con il carico di polemiche che si porta con sé il Qatar. Eppure il pallone comincerà a rotolare domenica, alle 17 italiane, con il match inaugurale tra i padroni di casa e l’Ecuador. Ma chi sarà a trionfare nella finale in programma domenica 19 dicembre? Chi sarà a sollevare la Coppa del Mondo? Tante le squadre in lizza: dai campioni in carica della Francia, passando per Brasile, Argentina, Germania, Spagna. O le outsider Portogallo e Inghilterra. Ma secondo l’astrologia una favorita c’è e le quotazioni di questa squadra sono in deciso rialzo.

Palinsesto Rai Mondiali Qatar
Logo Mondiali Qatar 2022 (Ansa)

Mondiale Qatar, per le stelle c’è una favorita

Secondo quanto riferisce Sport Astrology, che si occupa di mettere in relazione l’allineamento astrale e le sue conseguenze sugli avvenimenti sportivi, è l’Argentina la squadra maggiormente favorita dal movimento delle stelle nel periodo che va dalla fine di novembre alla fine di dicembre. Ma come s’è giunti a questa conclusione? Tutta una questione di sinastria: cioè di comparazione degli influssi astrali. Sport Astrology ha comparato quelli di Leo Messi e del ct Scaloni e il risultato è stato a dir poco esaltante. A vincere il Mondiale quindi, secondo le stelle, sarà proprio l’Argentina che in finale dovrà vedersela con la Germania allenata da Flick, in una clamorosa rivincita delle finali di Italia ’90 e di Brasile 2014.

Messi Paredes
Messi e Paredes, compagni di squadra nel Psg e con l’Argentina (Ansa)

A spegnere gli entusiasmi, però, c’ha pensato il quotidiano argentino Olè, che sottolinea come una teoria identica era stata partorita alla vigilia del Mondiale 2010, il secondo giocato da Messi con l’Albiceleste: all’epoca si sottolineavano le analogie con il Mondiale del 1986 che fu anche il secondo di Maradona e il fatto che nel girone dell’Argentina fosse presente la Corea del Sud, proprio come nell’86. La corsa dell’Argentina, nel 2010, finì ai quarti di finale. Indovinate contro chi? Sì, proprio contro la Germania.