Riaperta l’A1 dopo l’interruzione della viabilità: cosa è successo

E’ stata riaperta l’A1 dopo l’interruzione della viabilità sul tratto tra Lazio, Umbria e Toscana. Ecco cosa è successo.

Situazione tornata alla normalità sul tratto dell’A1 tra Lazio, Umbria e Toscana dopo l’interruzione della viabilità avvenuta intorno alle 7 di domenica 20 novembre. Uno stop che, come ricordato da RaiNews, era stato programmato per consentire le operazioni di disinnesco di un ordigno bellico trovato nel greto del fiume Paglia.

Polizia
La situazione sull’A1 sembra essere ritornata alla normalità – Notizie.com – © Ansa

Le operazioni hanno costretto le autorità locali ad interrompere anche il tratto ferroviario tra Roma e Firenze e ad evacuare oltre 2mila persone. Fortunatamente tutto si è concluso senza particolari problemi e anche in anticipo rispetto a quanto immaginato ed ora la situazione in tutta la zona sta tornando alla normalità.

Il tratto autostradale, infatti, è stato riaperto e la situazione del traffico sembra piano piano tornare regolare. Lo stesso vale per il tratto ferroviario tra Roma e Firenze. Inoltre le persone stanno ritornando nelle proprie case.

La bomba è stata fatta brillare in una cava

Disinnesco bomba
L’ordigno è stato disinnescato nel giro di due ore – Notizie.com – © Ansa

L’ordigno bellico, una bomba d’aereo di fabbricazione americana a 500 libbre, è stato trovato nei giorni scorsi nel greto del fiume Paglia. Sono iniziate subito le operazioni di sicurezza per disinnescarlo e il giorno scelto dalle autorità, anche per creare meno problemi al traffico, è stato proprio il 20 novembre.

Nelle prime ore di questa domenica sono iniziate tutte le operazioni di messa in sicurezza della zona (isolata un’area di 826 metri) per consentire agli artificieri di disinnescare la bomba. Al termine di questo lavoro, l’ordigno è stato trasportato in una cava per essere fatto brillare.

Come detto in precedenza, il tutto si è svolto in poco tempo e senza nessun problema. La situazione è pronta a ritornare alla normalità in tutta la zona e sono state riaperte immediatamente le strade e le tratte ferroviarie interessate dalle norme di sicurezza per questa operazione.