Vittorio Storaro sul prossimo film di Woody Allen: “Non lo paragonerei a Match Point”

Le voci sul prossimo film di Woody Allen si fanno sempre più numerose e Vittorio Storaro ha voluto fare chiarezza

Dopo le blasfeme voci circolate in merito al ritiro di Woody Allen e la sua conseguente smentita, siamo pronti a scoprire ogni dettaglio sul cinquantesimo film del leggendario regista newyorkese.

Vittorio Storaro (a sinistra) e Woody Allen (a destra)

A venirci incontro ecco uno dei direttori della fotografia più stimati dell’intero panorama cinematografico, nonché il DOP (Director of photography) degli ultimi quattro film di Allen, Vittorio Storaro. 

Qualche dettaglio in più

Chiamato a fotografare quello che potrebbe essere davvero l’ultimo viaggio del nostro amato Woody, Storaro ha dichiarato. “Settembre è un buon mese per essere a Parigi. È un ottimo momento per girare un film qui, la luce è al massimo”. Nonostante non sia ancora presente un titolo – che come da tradizione per Woody Allen arriverà soltanto in fase di montaggio – adesso sappiamo per certo che sarà la sua amata Parigi a fare da sfondo a questa attesissima pellicola. 

Una scena da Match Point di Woody Allen

Storaro ci ha poi deliziato con qualche indizio in più, negando le numerose voci che vedrebbero questo cinquantesimo film come un tributo a Match point (film di grande successo dello stesso Allen): “Conosco la storia ma con Woody la segretezza è d’obbligo. Tuttavia non lo paragonerei a Match Point. La sceneggiatura fa un lavoro magistrale nel mescolare dramma e commedia, ogni volta calibrandoli in modi molto diversi. Posso dire che si svolge nel presente, ci saranno risate ma anche brividi oscuri”.