Italia, Immobile: “Stavo pensando di lasciare la nazionale, poi…”

In questi ultimi mesi si è parlato molto dell’argomento Ciro Immobile-nazionale. Tanto è vero che, dopo la tragica serata del ‘Barbera’ lo stesso nativo di Torre Annunziata stava meditando l’addio ai colori azzurri. Salvo poi cambiare idea

Immobile stava pensando di lasciare la nazionale
Ciro Immobile (Foto LaPresse)

Diciamocelo chiaramente: la delusione di non andare al Mondiale, per la seconda volta consecutiva, fa decisamente troppo male. Quel maledetto 24 marzo, per gli amanti dello sport, è una data che non si può assolutamente dimenticare. La sconfitta, in casa, contro una modesta Macedonia del Nord (che ha perso in finale meritatamente contro il Portogallo) è una ferita che brucia ancora. E lo sarà per i prossimi quattro anni fino a quando non c’entreremo l’obiettivo.

Dopo quella disfatta del ‘Barbera’ alcuni di loro hanno pensato di lasciare addirittura la nazionale. Tantissime le critiche che sono piovute ad ognuno di loro: nessuno escluso. In particolar modo ad uno che, secondo i tifosi, dovrebbe fare solamente gol ed ha mancato l’appuntamento. Stiamo parlando del signore inquadrato in foto, Ciro Immobile, che dopo quella terribile sera sportiva aveva pensato addirittura di lasciare la nazionale per via delle numerose critiche che aveva ricevuto.

Immobile: “Mancini mi ha convinto, continuo in Nazionale

Immobile stava pensando di lasciare la nazionale
Ciro Immobile (Foto LaPresse)

Non erano solamente voci visto che, a confermarlo direttamente, ci ha pensato l’attaccante della Lazio nella conferenza stampa di Coverciano dove ha parlato di come ha vissuto questi mesi sicuramente non facili. Fortuna che ci sono stati i sostenitori biancocelesti a dargli una mano supportandolo sempre. Critiche che non hanno ferito solamente lui, ma addirittura la sua famiglia. Un qualcosa davvero di inspiegabile. “Ho deciso di continuare perché mi sento un leader e so che posso dare una mano ai giovani“.

A fargli cambiare idea, ovviamente, non poteva che essere colui che crede in lui e nelle sue capacità tecniche e realizzative, Roberto Mancini. Il commissario tecnico e l’atleta hanno avuto una lunga chiacchierata: “Mi ha sempre aiutato, anche nella scelta di proseguire, fino a quando lui e la Nazionale avranno bisogno di me io ci sarò“. Appuntamento, quindi, domani sera allo stadio ‘Meazza’ per la quinta giornata di Nations League. Avversaria, ancora una volta, l’Inghilterra si Southgate. Non sarà una partita di un Mondiale, ma la voglia di ripartire e fare bene è tanta.