Belen, Ferragnez, Totti hanno beneficiato dei ristori pubblici erogati per l’emergenza Covid

L’emergenza Covid ha influito negativamente sull’economie mondiali. In Italia la produttività ha avuto un arresto davvero drammatico e il Governo ha dovuto erogare più di un aiuto per sostenere l’economia e moltissime aziende in crisi. Nei decreti aiuti disposti prima da Giuseppe Conte e poi da Mario Draghi sono stati erogati soldi proprio per aiutare le imprese, ma a quanto pare non tutte le aziende che ne hanno fatto richiesta ne avevano bisogno.

Belen e Ferragnez Notizie

Belen, Ferragnez e Totti imprenditori: “Hanno ricevuto i sostegni di Stato”

Una recente inchiesta di Panorama ha rivelato che attività economiche, che hanno conseguito alti utili e che fanno capo a personaggi noti hanno beneficiato dei ristori pubblici. Nell’inchiesta si citano le società riferite a Belen Rodriguez, ma anche ai Ferragnez e Francesco Totti. Le aziende in questione sono risultate all’attivo, ma hanno potuto comunque chiedere il sostegno e questo oggi pone al centro dell’eco mediatico i noti vip.

Belen è titolare al cinquanta per certo della Icona Production, agenzia di modelli, influencer e attori che ha avuto un utile rilevante e che ha ottenuto uno sconto di 2.365.000 euro di Irap. L’azienda in questione lo scorso anno ha avuto un utile di circa 142.335 euro: tutti dati facilmente verificabili. Per quanto riguarda i Ferragnez, sono impegnati su più fronti anche quello imprenditoriale. Fedez è aiutato dalla madre nel gestire alcune sue società, che risultano all’attivo e che hanno comunque ottenuto i ristori.

Francesco-Totti-IG-Notizie

Totti, 4 società e altrettanti contributi

Francesco Totti, tra le tante sue ricchezze, è titolare di alcune importanti società pur non essendo in perdita non hanno potuto dire no agli aiuti che lo stato ha deciso di derogare per far fronte all’emergenza Covid.

In particolare la It scouting, che ha come fine quello di cercare giovani talenti sportivi, avrebbe ricevuto crica 4mila euro. Anche altre società immobiliare che fanno sempre riferimento all’ex capitano dell’As Roma avrebbero ricevuto i sostegni nonostante non ne avessero bisogno. Secondo quanto riferito dall’inchiesta di Panorama sembra che altre società, gestite da personaggi molto noti e anche ricchi, non avrebbero dovuto approfittare del sostegno dello stato visto la loro ottima salute finanziaria.