Il taglio alla corrente elettrica è una beffa per molti italiani: ecco perché

Il taglio alla corrente elettrica potrebbe trasformarsi in una vera e propria beffa per molti italiani. Andiamo a vedere nei dettagli il motivo.

L’inverno è ormai alle porte e i governi si stanno muovendo per trovare una soluzione definitiva. Su questo tema anche l’Unione Europea ha deciso di prendere una misura importante come quella della riduzione della corrente elettrica per tre o quattro ore.

Contatore
Il taglio alla corrente elettrica potrebbe creare non pochi problemi © Ansa

Un provvedimento che, secondo quanto riferito da Il Messaggero, rischia di trasformarsi in una vera e propria beffa per almeno un milione di famiglie. Infatti, con la riduzione di potenza ai contatori le pompe di calore potrebbero non funzionare e, di conseguenza, rischiano di rimanere al buio e al freddo.

Una decisione, quindi, che rischia di essere rivista proprio in futuro per facilitare la svolta green nel Vecchio Continente. In caso di conferma della misura, molte famiglie potrebbero decidere di tornare indietro e decidere di riportare le caldaie a gas proprio per riscaldarsi il prossimo inverno.

L’esperto: “Si rischia di penalizzare proprio chi ha lavorato per affrancarsi dai combustibili fossili”

Contatori
Ecco i rischi con il taglio di potenza ai contatori per chi ha deciso di puntare sulle pompe elettriche © Ansa

A spiegare meglio il quadro che si potrebbe avere nei prossimi mesi è Riccardo Beni, numero uno dell’associazione per il riscaldamento senza emissioni. “Il vero problema è che si rischia di penalizzare proprio chi ha lavorato per affrancarsi dai combustibili – ha spiegato il presidente di Arse a Il Messaggeroe soprattutto si rischia di interrompere per queste persone la fornitura di beni essenziali come il riscaldamento o l’acqua calda“.

Una decisione che potrebbe, quindi, creare diversi problemi a un milione di famiglie. Chi ha in casa la caldaia, infatti, potrà continuare a cucinare e tenere i riscaldamenti accesi anche con una riduzione di potenza. I nuclei che hanno scommetto sulle pompe di calore e le piastre di calore potrebbero restare al freddo e non cucinare nelle ore di picco.

Insomma, un controsenso che l’Unione Europea dovrà cambiare per non lasciare milioni italiani al freddo nonostante la decisione di dare una svolta green alla propria vita.