Non ha né la patente, né il passaporto: ecco 10 curiosità sulla Regina Elisabetta

Nonostante l’indiscussa popolarità, ci sono degli aneddoti su di lei che nessuno conosce: ecco qualche curiosità sulla Regina Elisabetta

La sua fama è mondiale, ma ci sono dei dettagli che molti non conosco: amica.it ha selezionato 10 particolarità legate alla Regina Elisabetta che per molti sono sconosciute. Dalla patente al passaporto, passando per la prima email mandata, fino ad arrivare alla razza di cane che più ama: ecco tutte le curiosità.

Regina Elisabetta segreti gonna
Regina Elisabetta (LaPresse)

La prima riguarda il suo compleanno: lo festeggia due volte. due volte. La prima, nel giorno esatto della sua nascita, il 21 aprile. La seconda, il primo weekend di giugno, con la celebre parata del Trooping the Colour.  La seconda è che è entrata più volte nel Guinness dei primati: è la sovrana più longeva nella storia del Regno Unito, è quella più anziana di sempre, ha visitato più Paesi di ogni altro predecessore, è la più ricca rispetto a loro ed è l’unica persona ad aver aperto ufficialmente i Giochi Olimpici più di una volta.

Regina Elisabetta, riparava camion e adora i Corgi

Nel corso della Seconda Guerra Mondiale ha riparato i camion dell’esercito: nel 1944, compiuti 18 anni, si unì al Women’s Auxiliary Territorial Service e si mise a riparare i veicoli militari delle Forze Armate. Durante il suo Regno ha lavorato con bene 14 ministri. È l’unica persona in Gran Bretagna che ha il permesso di guidare senza patente.

Curiosità sulla Regina Elisabetta
La regina Elisabetta con i suoi cani – foto ANSA

Stesso discorso anche per il passaporto: perché la Regina non ha tali documenti? Il motivo è molto semplice: essendo rilasciati in nome di Sua Maestà, non avrebbe senso che la sovrana rilasciasse l’autorizzazione in nome di se stessa. Ha la passione per i cani, in particolare della razza Corgi: ne ha avuti una trentina. È proprietaria di tutti i cigni del Regno Unito: ricevuti in regalo nei vari Royal Tour, sono custoditi al London Zoo. Ha posato per circa 200 ritratti ufficiali ed infine ha spedito la prima email nel 1976, in occasione di una visita a una base militare nel Regno Unito.