Nuovo Cinema Paradiso, i fan non aspettavano altro: adesso è ufficiale

Nuovo Cinema Paradiso, gli amanti del film non stavano aspettando altro se non questa notizia. Adesso è realtà oltre che ad essere ufficiale

Nuovo Cinema Paradiso, la notizia che i fan aspettavano con ansia
Nuovo Cinema Paradiso (Ansa Foto)

Parliamoci chiaro: chi di noi non ha mai visto ‘Nuovo Cinema Paradiso‘. Stiamo parlando del vincitore del ‘Premio Oscar’ come migliore film straniero. Se manca alla vostra collezione di film il nostro consiglio è quello di annullare tutti i vostri programmi della serata e di vedere una delle opere d’arte scritte dal regista Giuseppe Tornatore poco prima dell’inizio degli anni ’90 (precisamente nel 1988). Tanto è vero che è stato inserito nella lista dei film più belli di tutti i tempi.

Senza dimenticare le colonne sonore che hanno scritto davvero la storia. Non stiamo qui a raccontarvi la trama visto che avrete il tempo di poter visionare questo capolavoro, ma di annunciare una notizia che sicuramente farà felici tutti gli amanti del genere e che sono cresciuti guardando questa pellicola. Di che cosa stiamo parlando? E’ pronta a diventare una serie tv. Sarà diretta e sceneggiata dallo stesso regista di origine siciliana e prodotta dalla ‘Bamboo Production‘, ovvero la nuova società fondata da Marco Belardi.

‘Nuovo Cinema Paradiso’ diventa serie tv: tutte le info

Nuovo Cinema Paradiso diventa serie tv
Nuovo Cinema Paradiso (Ansa Foto)

A dare l’anteprima nazione ci ha pensato direttamente il sito ‘Variety‘ con una intervista che ha rilasciato lo stesso Tornatore. La serie sarà composta da 6 puntate da 50 minuti ciascuna e racconterà la stessa storia del film, ma in una maniera più ampliata con diversi filoni narrativi. Un progetto di cui si sta già discutendo e che dovrebbe essere consegnato agli inizi del 2023, anche se una data ufficiale in merito non c’è.

Nella serie tv verranno raccontati i retroscena delle vite dei personaggi creati dallo stesso regista e che vivono nel villaggio di Giancaldo. I temi che verranno trattati saranno gli stessi del film: solidarietà di un amico, sesso interpretato come tabù, forza di una madre, fughe, marcate differenze sociali e tanto altro ancora. Viene evidenziato lo spaccato della generazione italiana del secondo dopoguerra e la forza di ripartire in quegli anni, senza dimenticare la passione per il cinema.