Hotel, lidi e ristoranti, è allarme stagionali: numeri preoccupanti

E’ allarme stagionali per hotel, lidi e ristoranti. I numeri di un’indagine dell’Anpit si confermano preoccupanti. 

Questa doveva essere l’estate della ripartenza, ma il settore turistico molto probabilmente sarà chiamato a rinviare la ripresa per la mancanza di personale. Come riportato da Il Messaggero, hotel, lidi e ristoranti continuano a fare i conti con l’assenza di stagionali e i numeri evidenziati da un’indagine dell’Anpit sono davvero preoccupanti.

Lidi
L’emergenza stagionali ha colpito anche gli stabilimenti balneari © Ansa

Questa inchiesta ha evidenziato come tutte le strutture sono costrette ad affrontare questo periodo estivo senza il 20% del personale. Un dato molto grave se si pensa che, rispetto agli ultimi anni condizionati dalla pandemia, il turismo sta avendo un vero e proprio boom e, di conseguenza, non tutti riusciranno a rispondere alle richieste che arriveranno.

Alcuni ristoranti proprio per sopperire a questa assenza hanno deciso di tagliare i posti. Altri starebbero ragionando sulla possibilità di chiudere proprio per la mancanza di personale. E le prossime settimane, come detto in precedenza, non saranno assolutamente semplici per hotel e lidi.

I motivi dell’assenza dei stagionali

Ristoranti
Ecco quali sono i motivi dell’assenza dei stagionali secondo Anpit © Ansa

L’assenza dei stagionali, secondo quanto evidenziato dal Centro Studi dell’Anpit, è dovuta a due motivi: il calo demografico e il reddito di cittadinanza. Sarebbero queste le cause che hanno portato in questi ultimi mesi il settore turistico a dover fare i conti con una vera e propria emergenza.

Mancanza di personale che sta mettendo in ginocchio l’intero mondo della ristorazione, ma le difficoltà sono state registrate anche per gli alberghi e i lidi. Inoltre, il mese di agosto aumenterà i disagi considerando l’alta richiesta dovuta alle vacanze.

La speranza è quella di riuscire a superare nel giro di poco tempo questa emergenza, ma per farlo serve un intervento da parte di Governo o imprenditori. Senza difficilmente si riuscirà a mettersi alle spalle la mancanza di personale. Vedremo cosa succederà nelle prossime settimane e se si riuscirà a far ripartire il settore del turismo dopo oltre due anni non assolutamente semplici a causa della pandemia e delle restrizioni decise dal Governo.